dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 17 febbraio 2012

Da benzina e diesel lo Stato ha incassato 2,9 miliardi

Solo a gennaio è +29,6% con gli automobilisti che hanno speso 5,3 miliardi (+20,1%)

Da benzina e diesel lo Stato ha incassato 2,9 miliardi

Ogni giorno sentiamo parlare del rincaro di benzina e diesel. Il prezzo medio nazionale è arrivato oggi rispettivamente a 1,810 e 1,749 euro al litro. Una cifra che sta cambiando le abitudini degli automobilisti, che usano meno l'auto o pagano di più (con 50 euro di diesel attualmente si percorrono 141 km in meno rispetto al 2011). Sta di fatto che con così tante accise sui carburanti lo Stato ci guadagna. E anche molto bene. Solo a gennaio, nonostante i consumi in calo, il gettito per l'Erario è arrivato a 2,878 miliardi di euro ovvero a 658 milioni di euro in più rispetto all'anno scorso (+29,6%).

Come ricorda la banca dati elaborata dal Centro Studi Promotor GL events sui dati ufficiali del Ministero dello Sviluppo Economico, il prezzo medio ponderato alla pompa tra il gennaio 2011 e il gennaio 2012 è aumentato per la benzina del 17% e per il diesel di ben il 25,6%. Si capisce quindi perché a gennaio i consumi di gasolio per autotrazione sono calati rispetto allo stesso mese del 2011 del 3,4%. Quelli della benzina hanno invece riportato una lieve crescita (+0,3%), ma bisogna ricordare che per tutto il 2011 il consumo di benzina era calato del 6%. La riduzione delle soste al benzinaio però non ha aiutato il portafoglio. Con il prezzo dei carburanti vicino ai 2 euro al litro la spesa degli italiani è passata da 4,390 miliardi di euro del gennaio 2011 a 5,271 miliardi del gennaio scorso con un incremento del 20,1%.

Autore:

Tag: Mercato , carburanti


Top