dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 febbraio 2012

De Tomaso: c'è il partner cinese

Si tratta della Hotyork Investment Group, ma la produzione rimane in Italia

De Tomaso: c'è il partner cinese
Galleria fotografica - De Tomaso al Salone di Ginevra 2011Galleria fotografica - De Tomaso al Salone di Ginevra 2011
  • De Tomaso al Salone di Ginevra 2011 - anteprima 1
  • De Tomaso al Salone di Ginevra 2011 - anteprima 2
  • De Tomaso al Salone di Ginevra 2011 - anteprima 3
  • De Tomaso al Salone di Ginevra 2011 - anteprima 4
  • De Tomaso al Salone di Ginevra 2011 - anteprima 5
  • De Tomaso al Salone di Ginevra 2011 - anteprima 6

Si chiama Hotyork Investment Group il partner cinese che è pronto a rilevare la maggioranza della De Tomaso secondo quanto annunciato lo scorso dicembre dalla stessa famiglia Rossignolo. Il gruppo asiatico entrerà nella proprietà attraverso la "Car Luxury Investment", società italiana che è stata appena costituita allo scopo, mentre la gestione aziendale rimarrà nelle mani del management italiano.

SI PUNTA AL MERCATO GLOBALE
Dopo il perfezionamento del passaggio di proprietà dovrebbe finalmente dunque prendere il via la produzione della Deauville, la berlina di lusso che la nuova De Tomaso ambisce a commercializzare in tutto il mondo. Il presidente della Hoytork Qiu Kunjian ha fatto sapere di "credere nel piano finanziario presentato dalla famiglia Rossignolo" e di voler "sviluppare la produzione negli stabilimenti in Italia, garantendo i posti di lavoro attuali". La produzione della Deauville è confermata negli impianti ex Pininfarina di Grugliasco ed ex Delphi di Livorno, dove si contano oltre 1.000 lavoratori in cassa integrazione da alcuni mesi.

SINDACATI CAUTI
La notizia comunque non rassicura le maestranze, dal momento che i sussidi sono al momento bloccati: "Purtroppo fino a quando il ministero del Lavoro non firma il decreto l'Inps non può anticipare l'indennità", ha spiegato a La Repubblica Margot Cagliero della Fim-Cisl. Preoccupata anche la Uilm, con il responsabile Giuseppe Anfuso che avverte: "aspettiamo di incontrare i nuovi proprietari e nel frattempo ricordiamo a loro, così come ai vecchi, che ci sono tre priorità: gli stipendi ai lavoratori, avviare i corsi di formazione, garantire una vera ripresa industriale". "Ora confido che in tempi brevissimi la famiglia Rossignolo voglia partecipare ad una riunione con Istituzioni e sindacati per comprendere appieno l'operazione e spero che celermente venga confermata la data dell'assemblea dei soci che dovrà sancire l'entrata in Società del nuovo partner. Come sempre ribadisco che per la Regione sono fondamentali il mantenimento dei livelli occupazionali e l'avvio dell'attività produttiva sul territorio piemontese" ha detto l'assessore al Lavoro della Regione Piemonte Claudia Porchetto, che in mattinata ha incontrato una delegazione dei lavoratori.

Galleria fotografica - De Tomaso DeauvilleGalleria fotografica - De Tomaso Deauville
  • De Tomaso Deauville - anteprima 1
  • De Tomaso Deauville - anteprima 2
  • De Tomaso Deauville - anteprima 3
  • De Tomaso Deauville - anteprima 4
  • De Tomaso Deauville - anteprima 5
  • De Tomaso Deauville - anteprima 6

Autore:

Tag: Mercato , auto italiane , produzione , cina


Top