dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 8 febbraio 2012

Kia Track'ster concept

Un prototipo Kia derivato dalla Soul debutta al Salone di Chicago

Kia Track'ster concept
Galleria fotografica - Kia Track'ster conceptGalleria fotografica - Kia Track'ster concept
  • Kia Track\'ster concept - anteprima 1
  • Kia Track\'ster concept - anteprima 2
  • Kia Track\'ster concept - anteprima 3
  • Kia Track\'ster concept - anteprima 4

Kia presenta al Salone di Chicago 2012 la concept Track'ster, evoluzione in chiave sportiva "all'americana" della multispazio compatta Soul. Lanciata nel 2008, la Kia Soul costituisce la risposta coreana alle varie proposte internazionali di crossover urbana, dalle dimensioni compatte - è lunga poco più di 4 metri - e dal design accattivante, nato da uno dei centri stile più attivi in questi ultimi anni a livello internazionale, guidato da Peter Schreyer, l'autore della prima Audi TT. La vettura ha ottenuto un buon successo negli USA, con 102.000 esemplari venduti solo nel 2011, e per questo mercato sono nate alcune varianti specifiche, a cominciare dalla Soul'ster del NAIAS 2009, originale pick-up con tetto apribile che entrerà a breve in produzione.

DALLA MULTISPAZIO ALLA "HOT ROD"
Come la Soul-ster, anche l'attuale Kia Track'ster concept è stata disegnata dal California Design Studio di Kia, guidato da Tom Kearn, accentuando l'idea di vettura destinata ai giovani, questa volta puntando sulla caratterizzazione sportiva. Le linee squadrate della Soul, con abitacolo quasi "cubico", vengono così trasformate in modo da ricordare quasi una tradizionale "Hot rod", con frontale alto dotato di calandra e proiettori specifici, finestratura ridotta con coda più rastremata, nuovo scudo e appendici aerodinamiche inferiori, lunotto con luci integrate a LED, scenografico estrattore posteriore centrale, numerosi sfoghi d'aria, e soprattutto ampi parafanghi sporgenti, per allargare la carreggiata e ospitare ruote di grandi dimensioni con pneumatici ribassati.

DESIGN SPORTIVO E 250 CV
La caratterizzazione sportiva della Track'ster concept si riscontra anche nella particolare colorazione bianca, con tetto e altri dettagli in rosso e la zona inferiore in tono scuro, che in un certo senso richiamano la lezione della MINI. Qualcosa di MINI hanno anche gli interni, con i sedili anatomici dalla fascia centrale rossa, l'eliminazione dei sedili posteriori (con la ruota di scorta a vista nel vano e uno specifico contenitore per gli attrezzi), volante sportivo a tre razze, finiture in due toni di grigio con inserti rossi, e soprattutto la cura nel design dei singoli dettagli (bocchette, pedaliera, strumentazione, cloche del cambio, maniglie...) che acquistano una relativa autonomia. Non solo design, ma anche sportività a livello tecnico: per la Trak'ster concpet, Kia dichiara per il momento l'impiego di un motore turbo da 250 CV, sicuramente derivato da uno dei 4 cilindri a benzina attualmente prodotti da Hyundai-Kia.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Kia , auto coreane , car design


Top