dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 6 febbraio 2012

Trenitalia conferma l'emergenza neve

Treni cancellati, rimborsi eccezionali, ancora lavori per liberare i binari

Trenitalia conferma l'emergenza neve

Viaggiare in treno anche oggi è sconsigliato. Trenitalia mantiene il massimo il livello di emergenza nel nodo di Bologna e sulla maggior parte delle linee della regione confermando a livello nazionale il Piano Neve scattato nei giorni scorsi. Speciali locomotori raschia-ghiaccio stanno continuando a pulire i binari dalla neve e sul sito di Trenitalia si legge che "sono attivate tutte le strutture di assistenza per alleviare i disagi ai passeggeri e per dare informazioni". Inoltre, come prosegue la nota Trenitalia, vista l'eccezionalità della situazione meteorologica, ha deciso di adottare un'iniziativa di attenzione commerciale che va al di là di quanto previsto dalla normativa UE in vigore.

"Oltre infatti a rilasciare il rimborso totale del biglietto a chi ha deciso di non mettersi in viaggio, verranno concesse le indennità per i ritardi nonostante non siano previste in caso di avverse condizioni meteo - si legge sul sito -. Il rimborso in favore dei clienti in possesso di biglietti non utilizzati per i treni nazionali in partenza nel periodo interessato dall'emergenza neve, indipendentemente dalla soppressione del treno, potrà essere richiesto entro il 31 marzo 2012 con le seguenti modalità: Per i biglietti acquistati on-line (inclusi i biglietti con ritiro self service, non ancora ritirati), o per i biglietti ticketless acquistati in agenzia (dopo partenza treno) telefonando al Call Center o inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica rimborsi@trenitalia.it indicando il codice PNR dei biglietti da rimborsare o allegando la ricevuta di pagamento. Per i biglietti cartacei o ticketless emessi da un'agenzia di viaggio, prima della partenza del treno, le richieste di rimborso potranno essere avanzate presso qualsiasi biglietteria di Trenitalia. Per i clienti Corporate Travel B2B resta in vigore quanto già espressamente previsto dall'accordo B2B".

Per saperne di più vi consigliamo di leggere le variazioni al programma di circolazione del 6 febbraio.

Autore:

Tag: Attualità , trasporto pubblico


Top