dalla Home

Attualità

pubblicato il 1 febbraio 2012

Dossier Prezzi benzina

Prezzo benzina oltre l'1,84 euro al litro

E' di nuovo record sulla rete di distribuzione italiana

Prezzo benzina oltre l'1,84 euro al litro

Il prezzo della benzina è salito ancora. La raffica di rincari che ormai da mesi assilla gli automobilisti e che ha portato allo sciopero dei tir continua senza tregua. Ieri mattina diverse compagnie hanno ritoccato i listini spingendo il prezzo della benzina a toccare il record nel Centro Italia di ben 1,84 euro al litro ed il prezzo medio nazionale a quota 1,769 euro al litro. Solo il diesel, come rilevano Staffetta quotidiana e Quotidiano energia, è sceso: -0,1 centesimi a 1,725 euro al litro. Una situazione che non fa piacere neanche agli addetti ai lavori che hanno confermato lo sciopero dei benzinai e che dovrebbe essere limitata, stando alle promesse del Governo Monti, dal decreto sulle liberalizzazioni.

I RIALZI
Ieri mattina Eni ha aumentato di 0,5 centesimi di euro il prezzo della benzina (1,778 euro al litro), mentre Shell di 0,4 centesimi (1,769 euro al litro) e Tamoil di 1,8 centesimi (1,796 euro al litro). Anche TotalErg ha fatto salire il prezzo della benzina di 1 centesimo portandolo a 1,779 euro al litro. Sul fronte diesel invece si segnalano due cambiamenti: Shell ne ha aumentato il prezzo di 1 centesimo (1,730 euro al litro) e Tamoil lo ha abbassato di altrettanto (1,720 euro al litro).

LA MEDIA NAZIONALE
A livello Paese, il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) è quindi compreso, come riporta TMNews in una nota del 31 gennaio, "dall'1,764 euro/litro degli impianti Eni all'1,778 di quelli IP (no-logo in salita a 1,689). Per il diesel si passa dall'1,715 euro/litro di IP all'1,723 di Shell e Tamoil (no-logo ferme a 1,610). Il GPL è tra lo 0,745 euro/litro di Eni e lo 0,757 di TotalErg (no-logo a 0,728)".

Autore:

Tag: Attualità , gpl , metano , scioperi , carburanti


Top