dalla Home

Curiosità

pubblicato il 31 gennaio 2012

La produzione Ford sarà sempre più ecologica

Nuovi progetti per ridurre rifiuti e consumo d'acqua

La produzione Ford sarà sempre più ecologica
Galleria fotografica - Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoostGalleria fotografica - Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoost
  • Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoost - anteprima 1
  • Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoost - anteprima 2
  • Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoost - anteprima 2
  • Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoost - anteprima 3
  • Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoost - anteprima 4
  • Nuova Ford Focus 1.0 EcoBoost - anteprima 5

Fabbriche che diventano sempre più ecologiche, navi merci che si convertono all'efficienza energetica e processi produttivi che si liberano dello spreco. L'industria automobilistica sta dimostrando il suo impegno nella riduzione dell'inquinamento e uno degli ultimi esempi arriva da Ford. Il nuovo piano di sostenibilità del marchio americano prevede che, grazie al miglioramento dei processi produttivi e a un sensibile incremento del riciclaggio dei materiali di risulta, la quantità di rifiuti sarà ridotta entro cinque anni del 70%. In numeri ciò si traduce nel passaggio dagli attuali 5 kg di rifiuti per veicolo, a soli 1,5 kg entro il 2016. Inoltre, su una produzione annuale di 1,2 milioni di veicoli, Ford ridurrà l'utilizzo dell'acqua del 30%, risparmiando 2,3 milioni euro e 1,3 miliardi di litri d'acqua ogni anno. Per ogni veicolo prodotto, ciò si traduce in 1.100 litri d'acqua risparmiati.

Ford raggiungerà i nuovi obiettivi applicando nuove procedure sia internamente, sia lavorando con i suoi partner per ridurre le risorse superflue e rendere la produzione più efficiente, riciclando i materiali di risulta anche per produrre energia. Un esempio di questa filosofia è la realizzazione, a Colonia, di una linea di produzione, dedicata al nuovo motore EcoBoost 1.0, che grazie a speciali soluzioni di alta ingegneria riduce mediamente del 37% l'utilizzo dell'acqua. In alcuni casi tale riduzione raggiunge livelli di efficienza particolarmente importanti: per la produzione dei componenti d'alluminio del motore, per esempio, si è passati dai due litri precedentemente necessari, a soli 5 millilitri. "Questa strategia dimostra il nostro impegno nel ridurre l'impronta ambientale di Ford, un impegno che inizia con la produzione e continua con la creazione di veicoli caratterizzati da emissioni sempre più ridotte", ha detto Stephen Odell, chairman e CEO di Ford Europa. Dal 2007, Ford ha già ridotto del 40% la produzione di rifiuti e del 37% quella dell'acqua e questo nuovo piano riguarda gli impianti di produzione di Genk (Belgio), Valencia (Spagna), Saarlouis e Colonia (Germania), Southampton, Bridgend e Dagenham (Regno Unito).

Autore:

Tag: Curiosità , Ford


Top