dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 30 gennaio 2012

Come guidare sulla neve "in città"

Ecco i consigli utili quando pneumatici invernali e catene da neve non sono obbligatori

Come guidare sulla neve "in città"

La normativa li ha resi obbligatori, ma non per questo pneumatici invernali e catene da neve sollevano dall'obbligo di guidare con maggiore attenzione quando la strada s'imbianca. Le nevicate che hanno interessato le regioni nord-occidentali d'Italia stanno per raggiungere il centro e il sud della penisola (potete trovare le previsioni del tempo dell'Aeronautica Militare in fondo all'articolo) e in molte delle località interessate - a partire dalla capitale, Roma - la legge non obbliga gli automobilisti a dotarsi di gomme termiche o catene: ecco alcuni consigli per guidare sulla neve anche con pneumatici estivi.

SE PROPRIO DOVETE FARNE A MENO...
I luoghi comuni sull'efficacia dei pneumatici invernali sono molti e attecchiscono soprattutto dove freddo e neve non sono di casa. Non a caso, mettendo a confronto l'Italia con l'Europa emerge come la convinzione sulla loro efficacia sia più radicata nei Paesi freddi, così come nel nostro Paese le regioni del Nord e le zone montuose sono più sensibili all'argomento. Ribadendo come le gomme termiche incrementino la sicurezza di guida quando la temperatura scende sotto i 7°C (su fondo asciutto, bagnato o innevato) e come le catene siano insostituibili in presenza di ghiaccio, analizziamo ora quali sono i comportamenti di guida più utili a chi vive in climi temperati e si trovi a dover affrontare una nevicata improvvisa.

CONSIGLI PER L'USO
Anzitutto niente panico: nella maggior parte delle situazioni (evitando ad esempio strade in pendenza, come approfondiremo) è sufficiente adottare una guida accorta spostarsi senza troppi disagi. Le regole generali della guida sulla neve - illustrate nei video della School Snow di OmniAuto.it - continuano a valere: una maggiore prudenza è data per scontata, mentre in assenza di pneumatici invernali occorre accentuare la dolcezza e la gradualità con cui si aziona lo sterzo, il gas e soprattutto i freni. Se guidate un'auto piccola e leggera vi troverete meno in difficoltà rispetto a un "collega" a bordo di un SUV, anche grazie alle gomme più "strette". Parlando di SUV, non fidatevi troppo nemmeno se disponete della trazione integrale, perché i vantaggi in termini di motricità svaniscono quando dovete affrontare le curve o fermarvi. Attenzione anche al cambio: scalando marcia in ingresso di curva potreste arrivare al bloccaggio delle ruote motrici, perdendo aderenza sulle ruote anteriori o posteriori (a seconda dello schema di trazione della vostra auto), con il rischio di sbandare e urtare un ostacolo. Prima di curvare, piuttosto, frenate più intensamente quando le ruote sono dritte: in questo modo capirete anche quanta aderenza c'è a terra e, se avete l'ABS (sistema antibloccaggio dei freni), vi abituerete all'intervento di questo sistema, manifestato da intense (ma normali) vibrazioni all'atto di premere il pedale del freno.

COME DISTRICARSI NELLA GIUNGLA BIANCA
Così come accade nelle giornate di pioggia, ma in maniera ancor più evidente, in caso di precipitazioni nevose il traffico sulle strade urbane diventa molto intenso e occorre guidare con molta più attenzione. Alcuni automobilisti possono creare imbottigliamenti, magari perché impacciati o spaventati o per l'eccessiva fretta di raggiungere la propria destinazione. In questi casi è consigliabile aumentare la distanza di sicurezza e pianificare il proprio percorso pensando agli "ostacoli" che s'incontreranno. Meglio evitare, in questo senso, sottopassaggi o rampe, che è bene affrontare prendendo prima velocità, evitando di fermarsi e dover ripartire da fermi. Una regola utile in generale in fase di spunto è partire con la seconda marcia innestata, qualora le ruote slittassero in prima (è sconsigliabile effettuare questa manovra con rapporti superiori, pena il danneggiamento del disco frizione.

Previsioni del tempo - Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare.

MARTEDI' 31
NORD - aumento della nuvolosita' su tutte le regioni con precipitazioni nevose sparse che interesseranno soprattutto l'arco alpino centro occidentale e localmente le aree appenniniche di Emilia-Romagna. Nel corso della giornata i fenomeni si estenderanno anche alle aree pianeggianti. Asciutto sul triveneto.

CENTRO E SARDEGNA - condizioni di variabilita' con schiarite ed addensamenti localmente consistenti associati a qualche fenomeno in attesa di un deciso peggioramento con piogge estese e nevicate a quote superiori ai 700 metri in diminuzione a 300 metri sulle aree appenniniche

SUD E SICILIA - generale peggioramento su tutte le regioni con piogge diffuse e nevicate a quote superiori ai 700 metri con quota neve in diminuzione.

TEMPERATURE: in generale diminuzione, piu' sensibile al centro nord.

VENTI: moderati settentrionali su Liguria, moderati dai quadranti orientali sul resto della penisola ma con tendenza a disporsi da nord ovest su Sardegna e dai quadranti meridionali al sud. Nel corso della serata intensificazione da sud ovest su Lazio. MARI: da molto mossi ad agitati Ionio e stretto di Sicilia; da mossi a molto mossi i restanti mari con moto ondoso in aumento su mar e canale di Sardegna.

MERCOLEDI' 1 FEBBRAIO - temporaneo miglioramento sulle regioni settentrionali per l'arrivo di un nuovo impulso nuvoloso con fenomeni associati sul settore occidentale dalla serata. Generali condizioni di maltempo sul resto della penisola ma con deciso miglioramento su tutto il settore tirrenico ad eccezione di Calabria e Sicilia.

GIOVEDI' 2 - si rinnovano condizioni di maltempo su tutte le regioni centro settentrionali, variabile al sud con temporanee schiarite.

VENERDI' 3 E SABATO 4 - migliora al nord mentre molte nubi con fenomeni associati interessera' ancora il settore centrale della penisola in estensione anche al sud dove si assistera' alla persistenza dell'instabilita' sul settore tirrenico.

Autore:

Tag: Attualità , guida sicura , pneumatici invernali , catene da neve


Top