dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 25 gennaio 2012

Terremoto al Nord: treni e traffico tornano alla normalità

Risolti i rallentamenti in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia

Terremoto al Nord: treni e traffico tornano alla normalità

I disagi alla mobilità nel Nord Italia rientrano dopo il terremoto con epicentro nelle province di Verona (magnitudo 2.3, registrato la scorsa notte) e Reggio Emilia (4.9 della scala Richter). I treni diretti a Verona da Bologna e Modena sono rimasti fermi fino alle 6:00 di questa mattina, per verificare eventuali danni subiti dall'infrastruttura. La tratta ad alta velocità e non fra Bologna e Milano ha invece subìto rallentamenti fino a metà mattinata. Il traffico stradale ha invece registrato generali rallentamenti e isolati casi di tilt, come a Parma. Coinvolte parzialmente anche Milano e Torino, insieme alla Liguria, la Valle d'Aosta la Toscana e il Trentino.

Nel capoluogo lombardo un po' di paura fra la popolazione e qualche caso di evacuazione degli edifici più alti (agli ultimi piani sono state avvertite oscillazioni) e di alcune scuole, avvenuto anche a Verona (dove ha sede la filiale italiana della Volkswagen). A Torino alcune persone si sono riversate per strada, memori delle recenti scosse di luglio e dicembre 2011, quando anche lo stabilimento Fiat di Mirafiori era stato evacuato.

Autore:

Tag: Attualità , trasporto pubblico , milano , torino , bologna , infrastrutture


Top