dalla Home

Mercato

pubblicato il 25 gennaio 2012

SPX Service Solutions entra nell’orbita Bosch

Acquisito così un nuovo portafoglio prodotti per la diagnostica auto

SPX Service Solutions entra nell’orbita Bosch

La Bosch Automotive Aftermarket è pronta ad acquisire la SPX Service Solutions, azienda americana che sviluppa e produce strumenti di diagnostica e assistenza, attrezzature da officina e software per il settore automotive aftermarket. Questa acquisizione, ancora soggetta ad approvazione, prevede un prezzo d'acquisto di quasi 883 milioni di euro e in base all'accordo appena firmato fra le parti a New York sarà perfezionata nel primo semestre del 2012.

Quella che si preannuncia come la più grande acquisizione da parte della divisione Automotive Aftermarket del Gruppo Bosch porterà all'assorbimento di una realtà produttiva che nel 2011 ha realizzato un fatturato pari a 660 milioni di euro e che impiega 2.700 persone in 17 paesi del mondo, USA, Germania, Francia e Cina in primis. L'obiettivo dell'acquisizione è quello di ampliare la presenza di Bosch sul mercato della diagnostica, soprattutto in Nord America, come ha sottolineato Robert Hanser, presidente della divisione Automotive Aftermarket Bosch, il quale ha aggiunto che servirà anche a consolidare la "posizione sui mercati Asia-Pacifico ed Europa, soprattutto nell'attività con le case auto".

Autore:

Tag: Mercato , dall'estero


Top