dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 23 gennaio 2012

Sciopero tir, l'Italia si blocca

Dalla Sicilia la protesta si allarga. Disagi in tutto il paese

Sciopero tir, l'Italia si blocca

Dalla Sicilia al resto della penisola, si allarga a macchia d'olio la protesta degli autotrasportatori, una delle categorie più direttamente interessate, insieme ai tassisti, dalle misure previste nel decreto sulle liberalizzazioni al quale il Governo Monti sta lavorando. Misure giudicate però insufficienti dalla l'associazione degli autotrasportatori Trasportounito-Fiap, promotrice del fermo che durerà fino alla mezzanotte del 27 gennaio che sta raccogliendo adesioni in ogni parte d'Italia sull'onda delle manifestazioni della scorsa settimana indette dal "Movimento dei Forconi" siciliano.

CONTRO CARO GASOLIO, PEDAGGI, ASSICURAZIONI
"Pur prendendo atto della decisione del Governo di trimestralizzare il recupero di una parte delle accise sui carburanti, in un estremo tentativo di venire incontro alle istanze della categoria, Trasportounito ritiene che la crisi dell'autotrasporto abbia oggi bisogno con  urgenza di ben altre risposte, come l'applicabilità della legge sui costi minimi di sicurezza, sui tempi di pagamento dei servizi di trasporto merci su strada, nonchè un intervento sul costo industriale del gasolio, sul costo delle assicurazioni e su quello dei pedaggi", è la posizione che Trasportounito-Fiap ha espresso nella nota che annuncia lo stato di agitazione.

DISAGI IN TUTTA ITALIA
Numerosi blocchi si registrano in gran parte delle rete autostradale: sulla A14 Bologna Bari Taranto - rende noto Autostrade per l'Italia - sono chiuse per i veicoli merci le entrate di Poggio Imperiale, San Severo, Foggia e Andria. Sulla A7 Genova-Milano si possono verificare disagi alla circolazione a Serravalle Scrivia e Vignole Borbera. Incolonnamenti anche in Lombardia sulla A4 in uscita a Bergamo e Capriate. Sulla A1 Milano-Napoli 2 km di coda tra Villa Literno Pomigliano e la barriera di Napoli nord in direzione di Roma. Sulla A16 Napoli -Canosa si sono formate code in entrata alla barriera di Napoli est. Sulla A30 Caserta-Salerno 3 km di coda in uscita alla barriera di Salerno e incolonnamenti alla stessa barriera in entrata verso Caserta. La protesta si è allargata nelle ultime ore anche alla rete ordinaria, come sulle tangenziali di Torino e Bari, mentre in Sicilia i Forconi hanno allentato i blocchi, limitandosi a rallentare la circolazione.

Autore:

Tag: Attualità , trasporto pubblico , veicoli commerciali , scioperi , carburanti


Top