dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 13 gennaio 2012

Liberalizzazioni Taxi, dilaga la protesta

La categoria si mobilita e i consumatori preparano il contro-sciopero del 20 gennaio

Liberalizzazioni Taxi, dilaga la protesta

Il decreto sulle liberalizzazioni che sta mettendo a punto il Governo Monti ha provocato una protesta da parte dei tassisti che sta dilagando in tutta Italia senza una reale organizzazione o un formale consenso. Lo sciopero nazionale è stato infatti indetto per il 23 gennaio, ma a Roma, Milano, Torino, Napoli e altre città il servizio oggi è rimasto sospeso. In molti casi i centralini erano aperti, ma con dei messaggi registrati che garantivano solo il trasporto a disabili, donne incinta o casi di emergenza. In queste ore sembra che la situazione stia tornando alla normalità, ma ci sono ancora diverse assemblee spontanee tra tassisti che impediscono la totalità del servizio.

L'Authority sta quindi valutando se ci siano gli estremi per la precettazione e il Codacons definisce queste proteste "un comportamento masochista che danneggia unicamente i tassisti, come dimostra - si legge nella nota - la precettazione che potrebbe essere decisa a breve dalla Commissione di garanzia sugli scioperi". Secondo il Codacons la categoria ha diritto di protestare, "ma deve farlo rispettando le regole e senza creare immensi danni all'utenza". Per questo esorta i tassisti a riprendere il servizio come ha chiesto loro il leader nazionale di Uritaxi, Loreno Bittarelli. Dall'altro lato, l'Associazione invita i cittadini di aderire al contro-sciopero del 20 gennaio e ricorda alla categoria che, "se ci saranno blocchi stradali e danni agli utenti in occasione dello sciopero del 23, il Codacons non esiterà a presentare una raffica di denunce in Procura, "così come avvenuto nel 2007, quando - ricorda il Codacons - un elevato numero di taxi bloccò per ore e ore la circolazione stradale a Roma, impedendo il passaggio di auto e mezzi pubblici. Protesta che è valsa a 500 tassisti un processo in Tribunale".

[Foto copertina: uritaxi.it]

Autore:

Tag: Attualità , trasporto pubblico , roma , taxi


Top