dalla Home

Attualità

pubblicato il 13 gennaio 2012

Auto blu, è arrivata la stretta del Governo Monti

L'invito è a prendere i mezzi pubblici

Auto blu, è arrivata la stretta del Governo Monti

I dipendenti degli organi costituzionali e degli enti locali sono invitati dal Governo a risparmiare sull'utilizzo delle auto blu e a prendere i mezzi pubblici. E' stata pubblicata oggi la nota ufficiale di Palazzo Chigi in cui si legge che il Presidente del Consiglio Mario Monti ha inviato al Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) un decreto sull'utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza da parte delle pubbliche amministrazioni, presentato dal Ministro senza portafoglio per la pubblica amministrazione e la semplificazione Filippo Patroni Griffi.

Come noto uno dei primi compiti del successore di Silvio Berlusconi è stato infatti quello di decidere i soggetti beneficiari delle auto blu dopo che la prima sezione del Tar del Lazio aveva accolto il ricorso presentato dal Codacons sul decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri datato 3 agosto 2011 che mirava a razionalizzare l'uso delle auto blu e limitarne i costi, ma di fatto escludeva dall'ambito di applicazione, e quindi dalle limitazioni, tutte le Regioni e gli enti locali. Con questo decreto il Governo Monti sollecita inoltre le amministrazioni a dare immediatamente conto al Dipartimento della funzione pubblica dell'acquisto delle auto, senza più proroga di 30 giorni alla comunicazione. "Il Governo - si legge nella nota - ritiene che le modifiche introdotte permetteranno di conseguire risparmi significativi nella spesa pubblica per le autovetture di servizio e di rappresentanza".

Autore:

Tag: Attualità , roma , auto blu


Top