dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 gennaio 2012

Hyundai Veloster Turbo per gli USA

Faccia cattiva e 204 CV per la coupé sudcoreana

Hyundai Veloster Turbo per gli USA
Galleria fotografica - Hyundai Veloster TurboGalleria fotografica - Hyundai Veloster Turbo
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 1
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 2
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 3
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 4
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 5
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 6

In Italia quella aspirata è ordinabile solo dal luglio scorso, ma già si presenta in una veste "incattivita". E' la Hyundai Veloster Turbo, versione compressa da 204 CV e 265 Nm che debutta al Salone di Detroit. A partire dalla prossima estate il mercato nordamericano avrà quindi una rivale in più per le varie Volkswagen Golf GTI, Honda Civic Si e Mini Cooper S, le stesse concorrenti che troverà successivamente anche in Europa.

BOCCA PIU' GRANDE
Lo stile specifico della nuova Hyundai Veloster Turbo prevede una serie di modifiche che partono dai terminali di scarico tondi che prendono il posto di quelli trapezoidali e dagli specchietti retrovisori con indicatori di direzione integrati. La differenza più evidente è però nel frontale, dove spicca una griglia esagonale più evidente e un paraurti modificato con 8 luci LED puntiformi. La cura aerodinamica include l'aggiunta di uno spoiler maggiorato frontale, un diffusore di coda più prominente e le bandelle laterali. In questo modo la lunghezza cresce di 25 mm e la larghezza di 15 mm. Le inedite ruote da 18 sono grigie con inserti cromati, mentre la carrozzeria può essere verniciata in un nuovo colore grigio scuro opaco. Dentro alla Hyundai Veloster Turbo ci sono i sedili anteriori sportivi riscaldabili con rivestimento in pelle e scritta Turbo sullo schienale. Specifico della Turbo è anche il pannello strumenti Supervision, che fra tachimetro e contagiri ospita due schermi TFT, i pedali in alluminio e il pulsante di avviamento.

TURBO TWIN-SCROLL
La novità più intrigante della Hyundai Veloster Turbo è però il motore 1.6 T-GDI turbocompresso a iniezione diretta di benzina che esprime 204 CV a 6.000 giri/min e 265 Nm fra 1.750 e 4.000 giri/min. Questo può essere abbinato al cambio manuale o all'automatico, entrambi a 6 marce. Con una massa complessiva di 1.270 kg il rapporto peso potenza della Veloster Turbo manuale scende quindi a quota 6,2 kg/CV e i consumi si attestano attorno agli 8,7-6,1 l/100 km (città/autostrada). La turbina twin-scroll, che funziona ad una pressione di 1,22 bar, è alla base dell'incremento di potenza, di una migliore combustione, di una maggiore efficienza ai bassi regimi e di una riduzione dei gas di scarico. Due caratteristiche peculiari di questo sistema twin-scroll sono i collettori di scarico integrati in acciaio inox e la valvola waste-gate azionata elettricamente anziché meccanicamente. Anche il sistema di iniezione della benzina utilizza una speciale pompa da 150 bar.

NUOVO ANCHE IL CAMBIO AUTOMATICO
Gli aggiornamenti alla meccanica includono poi uno sterzo più diretto e preciso, mentre le sospensioni restano le McPherson anteriori con barra stabilizzatrice da 24 mm e le ruote interconnesse a ponte torcente dietro con barre da 23 mm. Le gomme, almeno negli USA, sono delle Kumho Solus KH25 215/40R18 85V. Il cambio di serie è il 6 marce manuale, ma a richiesta si può avere un automatico 6 marce con palette al volante, diverso dal DCT disponibile anche sul nostro mercato. La scelta è stata dettata dalla maggiore coppia del motore 1.6 T-GDI. Le informazioni sui tempi di commercializzazione e i prezzi della Veloster Turbo in Italia saranno resi noti in un secondo tempo.

Scheda Versione

Hyundai Veloster
Nome
Veloster
Anno
2011 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Curiosità , Hyundai , auto coreane , detroit


Top