dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 10 gennaio 2012

Acura NSX Concept

Ibrida e 4x4: così Honda prepara il ritorno di una sigla mitica

Acura NSX Concept
Galleria fotografica - Acura NSX ConceptGalleria fotografica - Acura NSX Concept
  • Acura NSX Concept - anteprima 1
  • Acura NSX Concept - anteprima 2
  • Acura NSX Concept - anteprima 3
  • Acura NSX Concept - anteprima 4
  • Acura NSX Concept - anteprima 5
  • Acura NSX Concept - anteprima 6

Dopo quasi un decennio Honda tornerà ad avere una supercar. Bisognerà attendere però il 2015, quando la Casa giapponese ultimerà la nuova Honda NSX, che ha debuttato ancora allo stadio di concept car con il marchio Acura al Salone di Detroit. Pochi sono ancora i dettagli tecnici anticipati dal costruttore, ma intanto nelle forme della Acura NSX Concept si intravede il design definitivo e alcune soluzioni tecniche che verranno adottate sull'erede della sportiva che volle sfidare Porsche, Ferrari e Lamborghini tutte insieme.

COUPE' MADE IN USA
Lunga 4,33 metri, larga 1,89, alta appena 1,16 per un passo di 2,57 m, la Acura NSX Concept ha nel complesso proporzioni tipiche da coupé supersportiva, con cofano basso, abitacolo avanzato e posteriore con fianchi larghi. Particolare l'incrocio dei montanti posteriori con le fiancate, con le portiere che "affondano" sopra i passaruota. L'unico particolare che tradisce una parentela con la gamma Acura è il frontale, con la tipica calandra a forma di scudo, che nella versione europea a marchio Honda potrebbe cambiare. Le linee sono state tracciate dai designer di Honda R&D Americas, così come la produzione, fra tre anni, verrà avviata in Ohio.

4X4 ELETTRICA PER CURVARE MEGLIO
A distinguere la Acura NSX dal resto della concorrenza sarà un'architettura ibrida del tutto particolare, che si servirà della coppa istantanea assicurata dai propulsori elettrici per migliorare l'handling e l'inserimento in curva, oltre che per tagliare consumi ed emissioni. Il sistema si chiama Sport Hybrid SH-AWD, acronimo di Super Handling All Wheel Drive, e consiste in due motori elettrici posizionati sull'asse anteriore che attraverso "un sistema bilaterale di controllo della coppia", spiega la Casa Giapponese, "può generare istantaneamente coppia positiva o negativa sulle ruote anteriori durante la sterzata". La trazione al posteriore sarà invece assicurata da un motore V6 di nuova concezione con iniezione diretta e una trasmissione con cambio automatico a doppia frizione che incorporerà un motore elettrico.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Honda , auto giapponesi , detroit , auto ibride


Top