dalla Home

Attualità

pubblicato il 9 gennaio 2012

L'ANFIA si riorganizza senza Fiat

Nominato un Comitato Costituente. Intanto si cerca la collaborazione con Torino

L'ANFIA si riorganizza senza Fiat

L'ANFIA prosegue la sua attività associativa anche senza il Gruppo Fiat, che dal primo gennaio 2012 è ufficialmente fuori dall'Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, e continua ad essere un interlocutore di riferimento su tutte le tematiche di interesse del comparto auto nei confronti delle istituzioni. Come si legge in una nota pervenuta oggi, il Consiglio Direttivo dell'Associazione - che dal 1912 funge da portavoce delle aziende italiane che operano nei settori della costruzione, trasformazione ed equipaggiamento dei mezzi di trasporto individuale e collettivo di persone e merci - ha nominato un Comitato Costituente che, nel corso delle ultime settimane, si è attivato per finalizzare in maniera appropriata la missione dell'Associazione.

L'ANFIA infatti si compone di 270 aziende associate e di 9 Gruppi merceologici, ciascuno coordinato da un Presidente e guidato da un Comitato Direttivo: Autobus, Autoveicoli, Autovetture Sportive e Speciali, Carrozzieri Autovetture, Carrozzieri Veicoli Industriali, Componenti, Pneumatici, Produttori Veicoli per il tempo libero, Rimorchi. Fiat ha deciso di uscire da Confindustria - e quindi dall'ANFIA -, ma l'Associazione sta definendo i contenuti di un accordo che potrebbe non far cessare i rapporti di collaborazione con l'azienda di Torino.

Autore:

Tag: Attualità , torino


Top