dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 9 gennaio 2012

Volkswagen E-Bugster Concept

Abbassando il tetto il Maggiolino diventa biposto e anche elettrico

Volkswagen E-Bugster Concept
Galleria fotografica - Volkswagen E-Bugster ConceptGalleria fotografica - Volkswagen E-Bugster Concept
  • Volkswagen E-Bugster Concept - anteprima 1
  • Volkswagen E-Bugster Concept - anteprima 2
  • Volkswagen E-Bugster Concept - anteprima 3
  • Volkswagen E-Bugster Concept - anteprima 4
  • Volkswagen E-Bugster Concept - anteprima 5
  • Volkswagen E-Bugster Concept - anteprima 6

Prendete il nuovo Volkswagen Maggiolino, tagliate via il tetto e sostituitelo con un nuovo elemento ultraribassato che riduce l'abitacolo a 2 posti. Se a questo aggiungete un motore elettrico da 116 CV al posto del classico propulsore a pistoni, ecco che avete la Volkswagen E-Bugster Concept, prototipo che fa il suo esordio al Salone di Detroit (9-22 gennaio) anticipando con molta probabilità il nuovo Maggiolino Cabriolet.

TETTO BASSO
La notevole somiglianza con il padiglione delle Porsche 911 Speedster (964 e 993) dotate di hardtop è data alla E-Bugster Concept dall'abbassamento del tetto di 7,4 centimetri e dalla forma ridotta dell'unico finestrino laterale. Altra citazione stilistica di un passato recente è quello della Volkswagen Ragster, concept che nel 2005 ha anticipato la seconda serie del New Beetle.

ELETTRICA DA 116 CV
Il motore elettrico della Volkswagen E-Bugster Concept sviluppa 85 kW (116 CV) di potenza e 270 Nm di coppia massima, mentre l'energia viene fornita da una batteria agli ioni di litio che pesa 315 chilogrammi. L'autonomia garantita da questo accumulatore è di circa 160 chilometri. La ricarica può essere effettuata da una presa domestica da 120 o 240 volt, oppure da una stazione di ricarica veloce dove occorrono 30 minuti per avere un "pieno" elettrico all'80%.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Volkswagen , detroit , auto elettrica


Top