dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 4 gennaio 2012

Prezzi benzina alle stelle: alimentari +10%

Quest'anno pagheremo 161 euro in più solo per mangiare

Prezzi benzina alle stelle: alimentari +10%

Che il prezzo della benzina in aumento avrebbe trascinato con sé quello dei generi alimentari era risaputo (l'86% del trasporto commerciale nel nostro Paese viaggia su gomma), ma adesso Adusbef e Federconsumatori ci forniscono la stima esatta. Quest'anno il prezzo di frutta e verdura, per colpa dei carburanti quasi a 1,8 euro al litro, salirà del 10% rispetto al 2011. E già ad aprile dello scorso anno, quando i carburanti ancora non toccavano l'1,7 euro al litro, la spesa era aumentata del 3%. Questo significa che alla fine del 2012 ogni italiano avrà pagato all'incirca 161 euro in più per i generi alimentari e 192 euro in più per i pieni di benzina.

E la situazione è destinata a peggiorare. Se sarà necessario il decreto Salva Italia prevede che da settembre l'IVA aumenti al 23%. "Per questo si rende sempre più urgente intervenire sul fronte dei carburanti, prima di tutto con l'annullamento dell'aumento dell'IVA prospettato da settembre, che avrà effetti disastrosi sul potere di acquisto delle famiglie", dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef. "Inoltre bisogna agire in maniera determinata sul versante delle liberalizzazioni anche in questo settore, aprendo la vendita alla grande distribuzione con importanti effetti in direzione di un calmieramento dei prezzi - si legge nella nota congiunta -. Infine, è necessario disporre un serio piano di controlli e verifiche sul meccanismo della doppia velocità, per contrastare in maniera determinata le intollerabili speculazioni che spesso si verificano in questo settore".

Autore:

Tag: Attualità , gpl , metano , carburanti alternativi , carburanti


Top