dalla Home

Home » Argomenti » Patente

pubblicato il 21 dicembre 2011

Feste natalizie: i rischi del neopatentato

Occhio all’alcol: è intoccabile. Ma anche potenza dell’auto, limiti…

Feste natalizie: i rischi del neopatentato

In questi giorni di Festa, ricongiungimenti familiari e brindisi il rischio di incidente dovuto all'alcol è più alto e quindi ricordiamo le regole per i neopatentati, ossia per chi ha la licenza di guida da meno di tre anni. Solo nel 2010 in Italia hanno perso la vita 4.090 persone in incidenti stradali, di cui 1.080 neanche 30enni, e nella maggior parte dei casi si è trattato di "stragi del sabato sera", mentre in un sinistro su tre - stando all'Organizzazione mondiale della sanità - l'alcol è stato il vero colpevole. E' quindi fondamentale tenere a mente le principali regole della guida responsabile.

NULLA È CONCESSO
Tolleranza zero in materia di alcol per i neofiti: non possono bere neppure un goccio d'alcol prima di guidare. Uno zero che sale a mezzo grammo di alcol per litro di sangue solo da quando termina lo status di neopatentato e si diviene conducenti "esperti". Il neoguidatore beccato dalle Forze dell'ordine anche con una minima traccia di alcol (ma sotto il mezzo grammo) riceve una multa di 155 euro, più il taglio di 10 punti (solo per i neofiti) dalla patente. Provocando un incidente, la sanzione schizza a 310 euro. Dopodiché, per valori ancora più elevati del mezzo grammo, le pene s'inaspriscono.

SE VUOI, C'È "BOB"
Da segnalare a questo proposito l'iniziativa organizzata dalla Fondazione ANIA e dalla Polizia di Stato, che coinvolgerà otto località: Brindo con Prudenza 2011 ha luogo il 16, 17, 30 e 31 dicembre 2011 e il 6 e 7 gennaio 2012. In alcune discoteche, i ragazzi troveranno all'ingresso un corner informativo e verranno invitati a nominare nel proprio gruppo "Bob", il guidatore designato: è chi s'impegna a non bere alcolici per riaccompagnare a casa gli amici in sicurezza osservando il motto "Chi guida non beve, chi beve non guida". Bob sarà riconosciuto grazie a un gadget identificativo e, alla fine della serata, se avrà mantenuto l'impegno, verrà premiato dalla Fondazione ANIA. In più, sulle strade verranno intensificati i controlli da parte delle Forze dell'ordine: i ragazzi negativi all'alcoltest riceveranno un ingresso gratuito in discoteca per la settimana successiva.

PIÙ PIANO DEGLI ALTRI
Per chi ha la patente da meno di tre anni, ci sono limiti di velocità più bassi: 90 km/h (anziché 110) sulle strade extraurbane principali, e 100 km/h (invece di 130) sulle autostrade. La multa è di tre elementi: 152 euro, sospensione della patente da due a otto mesi per chi non rispetta quei limiti, sanzione per eccesso di velocità. È vero che questa norma trova difficile applicazione, perché un autovelox o un Tutor non distinguono fra un neopatentato e un guidatore esperto, tuttavia - se si viene fermati dalle Forze dell'ordine dotati di telelaser - si rischia la batosta. Inoltre, la sottrazione di punteggio per il neofita (prevista per il superamento dei limiti di oltre 10 km/h) è doppia rispetto a quella del conducente provetto.

SORPASSI AZZARDATI
Discorso analogo per i sorpassi vietati (per esempio in curva): multa di 154 euro, taglio di 10 punti-patente, con la sottrazione di punteggio che raddoppia per i neoguidatori. Mentre lo stop alla patente va da tre a sei mesi per l'inesperto, contro una sospensione da uno a tre mesi per gli altri conducenti.

AUTO "POTENTE"? NO, TU NO
Qui il discorso si complica. C'è una norma che riguarda solo chi ha conseguito la patente B per le auto dal 9 febbraio 2011: per un anno dal rilascio della licenza di guida, si possono condurre solo auto con potenza specifica, riferita alla tara, non superiore a 55 kiloWatt/tonnellata, con un ulteriore limite di potenza massima assoluta di 70 kW per le autovetture (cliccate qui per conoscere tutte le auto per i neopatentati). La sanzione se si guida auto "potenti" è di 152 euro, con la sospensione della patente da due a otto mesi. Un limite che decade per macchine adibite al servizio di una persona invalida, con questa presente a bordo. Attenti a non fare confusione: per quanto riguarda il limite di potenza, si è neopatentati per un anno, contro i tre anni della "tolleranza zero" in fatto di alcol, per i limiti di velocità ridotti e per il raddoppio dei punti. Inoltre, proprio con l'anno nuovo, chi aveva preso la patente proprio a febbraio o marzo 2011, nella stessa data del 2012 sarà libero di esprimere le proprie capacità su macchine di qualsivoglia potenza: anche una Ferrari.

TI DO E TI TOLGO
A parte i discorsi sulla sicurezza e sulle multe, va considerato il pericolo della rivalsa. Se un neopatentato causa un incidente in stato d'ebbrezza (basta un goccetto) o con un'auto "potente" può subire la rivalsa dell'Assicurazione, che rimborsa il danneggiato per poi farsi restituire tutto il denaro dal cliente. In caso di lesioni fisiche dell'altro guidatore, si arriva subito a migliaia di euro: occhio.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , viaggiare , neopatentati


Top