dalla Home

Videogame

pubblicato il 19 dicembre 2011

Driver San Francisco

Vecchie buone abitudini...

Driver San Francisco
Galleria fotografica - Driver San FranciscoGalleria fotografica - Driver San Francisco
  • Driver San Francisco - anteprima 1
  • Driver San Francisco - anteprima 2
  • Driver San Francisco - anteprima 3
  • Driver San Francisco - anteprima 4
  • Driver San Francisco - anteprima 5
  • Driver San Francisco - anteprima 6

Sono passati ben undici anni da quando sugli scaffali dei negozi europei fece capolino il primo capitolo di Driver, pietra miliare nella storia dei videogiochi. Il titolo originale era un gioco di corse con alcuni elementi presi direttamente dal mondo degli action game, cosa inedita per l'epoca se si escludevano i primi quattro episodi di Grand Theft Auto (l' I, il II e i due London), che tuttavia non erano ancora usciti dalle due dimensioni. Driver anticipava così gli sviluppatori Rockstar nel passaggio al 3D, facendo breccia nel cuore di molti e aprendo le porte ad un filone tutto nuovo che sarebbe stato sua croce e delizia. Dall'uscita di GTA III, infatti, Driver passò immediatamente in secondo piano, a causa di una profondità e di un appeal da bad boy del primo davvero ineguagliabili per il secondo. In Ubisoft però non hanno mai voluto darsi per vinti, e attraverso sequel più o meno validi sono riusciti ad arrivare oggi sui nostril monitor con un prodotto che a prima vista potrebbe dare una bella spallata al suo acerrimo nemico, anticipandolo sull'uscita prevista per l'anno prossimo dopo una lunga assenza da qualunque piattaforma.

JOHN TANNER NON MUORE MAI
Ed eccoci qui, a vestire nuovamente i panni di Tanner, poliziotto sotto copertura che durante il suo ultimo inseguimento alle calcagna di una vecchia conoscenza di nome Jericho, finisce in coma acquisendo inspiegabilmente una sorta di super potere che gli permette di prender possesso dei corpi di altri automobilisti. Tale potere, chiamato Shift, rivoluziona radicalmente il gameplay conferendogli una meccanica totalmente nuova sia rispetto al passato che rispetto alla concorrenza. Non dovremo più pensare solo a guidare un mezzo, ma sarà fondamentale capire come interagire nell'intera situazione, facendoci sentire più registi che semplici piloti. A parole l'idea può sembrare poco solida, e quando fu annunciata in molti non rimasero convinti dal volo pindarico scelto dai francesi di Ubisoft, ma ora che abbiamo avuto modo di provarlo, siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla strada intrapresa che porta nuova linfa ad una saga altrimenti un po' impolverata. Oltre alla storia principale, di per sè non lunghissima, il gioco contiene un'infinità di missioni parallele che aggiungono notevole sostanza al prodotto, in maniera molto simile a quanto accade in Grand Theft Auto. Tali missioni non sono dei semplici espedienti per allungare la minestra, ma porteranno al nostro eroe virtuale soldi e punti determinazione indispensabili per progredire nel gioco, sbloccare auto e altri eventi. La varietà di azione è praticamente infinita, andiamo dagli inseguimenti alle gare clandestine, passando per rally storici e ruba bandiera, il tutto a bordo di una discreta quantità di auto ufficiali e soprattutto adatte al contesto (dimenticatevi quindi le citycar di Forza Motorsport 4 o di Gran Turismo, qua i burnout li facciamo con muscle car, pick up e fuoriserie degli ultimi 50 anni quali AC Cobra, Charger ,Escalade ma anche Abarth 695 per noi mangiaspaghetti).

IF YOU'RE GOING TO SAN FRANCISCO...
...drifting will be a love - in there - avrebbe potuto cantare Scott McKenzie, e non avrebbe avuto alcun torto. Frisco è sicuramente la città più indicata per un gioco di guida spericolata, e le sue pendenze, i suoi paesaggi e in generale la sua bellezza sono stati fedelmente digitalizzati in questo episodio. Anche le auto sono state realizzate con una certa cura da un punto di vista stilistico, meno sotto il profilo tecnico, sembrando, una volta al volante, troppo maneggevoli, leggere, e in generale eccessivamente adattate ad un tipo di guida spericolato, cosa che potrebbe deludere i giocatori più attenti e chiunque abbia un minimo di conoscenza nel campo motoristico. Purtroppo i problemi tecnici non finiscono qui: l'enorme traffico della città risulta essere troppo per l'hardware della PS3 sul quale lo abbiamo testato, che deve inoltre calcolare tutte le possibili azioni di ogni veicolo che vi circonda, non riuscendo a garantire un framerate stabile e la mancanza di imperfezioni. Su PC ben "pompati" il problema si attenua notevolmente, ma a meno che non abbiate una piattaforma seriamente pensata per il gioco, vi consigliamo comunque la versione per console. Il reparto sonoro in compenso è molto curato, i brani scelti, tutti già esistenti e non creati ad hoc come capita sempre più spesso, sono numerosi e ben si adattando all'atmosfera generale. Troviamo artisti di un certo calibro e più o meno di ogni genere, tanto per non scontentare nessuno insomma.

IN COMPAGNIA E' SEMPRE MEGLIO
Sul fronte multiplayer il lavoro fatto non è da meno. Le modalità tra cui scegliere sono numerose e la loro disponibilità è legata alla carriera in single player, cosa che se da un lato può essere d'intralcio all'inizio, dall'altro spronerà a non arrendersi chi si è arenato dopo pochi tentativi soprattutto nelle missioni più avanzate, dove l'abilità richiesta inizia a diventare notevole. Tirando le somme non possiamo quindi che esser soddisfatti del lavoro firmato Reflection, un prodotto che dimostra quanto sia importante sperimentare nuove soluzioni per rinnovare l'interesse dei giocatori troppo spesso anestetizzato da sequel che nulla aggiungono. Non che il titolo sia privo di difetti, anzi, ma è impossibile non apprezzare questo lavoro che ci riporta dritti dritti allo spirito del primo capitolo, quando c'era ancora chi aveva voglia di rischiare e di farci scoprire nuovi lidi, pur lasciandoli successivamente colonizzare da altri.

INFO
Piattaforma: Mac, PC, PS3, Xbox 360, Wii
Giocatori: fino a 8
Editore: Ubisoft
Sviluppatore: Ubisoft reflections
Specialità: Inseguimenti


Driver San Francisco, il trailer

Il trailer ufficiale di "Driver San Francisco"

Autore: Manfredi de Arcayne

Tag: Videogame , videogiochi


Top