dalla Home

Attualità

pubblicato il 19 dicembre 2011

Bimbi più grandi e pesanti per lo smog

L'inquinamento automobilistico ne danneggerebbe la crescita

Bimbi più grandi e pesanti per lo smog

Tutti sappiamo che lo smog fa male. I continui blocchi del traffico e i giorni di targhe alterne ce lo ricordano continuamente, ma dall'Università di Granada arriva un particolare allarme che riguarda i bambini. Secondo i ricercatori spagnoli nei fumi della benzina ci sarebbero delle sostanze che avrebbero degli effetti "dopanti" su di loro e li farebbero diventare più grandi e pesanti dei coetanei che vivono in ambienti più salutari. Queste sostanze chimiche si chiamano "xenoestrogeni" e da dieci anni sono oggetto di studi che ne spiegano gli effetti sulle cellule umane paragonandoli agli estrogeni endogeni. E proprio gli xenoestrogeni, per esempio, vengono utilizzati per far ingrassare gli animali molto rapidamente.

Inoltre, sempre a proposito dei danni subiti dai più piccoli a causa dell'inquinamento, un'analisi della Ohio State University (USA) avverte che i bambini in città possono arrivare facilmente a soffrire di diabete di tipo 2. A rassicurarci - se così si può dire - è il pediatra Italo Farnetani dell'Università di Milano Bicocca intervistato da ilfattoquotidiano.it. Dagli ultimi dati Istat relativi alle natalità in Italia risulta una crescente tendenza delle famiglie a spostarsi dalle città alle zone limitrofe, di "campagna". "C'è stato infatti un crollo della natalità nelle grandi città e un incremento di natalità dei piccoli centri - ha spiegato -. A Milano, per esempio, c'è stato un crollo netto e un boom di nascite nella Brianza. Oggi quindi non parlerei tanto di un confronto fra città e campagna, ma fra grande e piccolo centro cittadino". Anche perchè, come lui stesso precisa: "Non ci sono più grandi differenze fra campagna e città, fra Nord e Sud, almeno a livello di bambini e adolescenti, e si sono uniformati comportamenti e abitudini fra piccoli e grandi centri".

Autore:

Tag: Attualità , blocco traffico , inquinamento , lifestyle


Top