dalla Home

Test

pubblicato il 19 dicembre 2011

Renault Twingo: volto nuovo e qualità innate

Frontale “impertinente” e su strada abitabilità e piacere di guida

Renault Twingo: volto nuovo e qualità innate
Galleria fotografica - Renault Twingo restylingGalleria fotografica - Renault Twingo restyling
  • Renault Twingo restyling - anteprima 1
  • Renault Twingo restyling - anteprima 2
  • Renault Twingo restyling - anteprima 3
  • Renault Twingo restyling - anteprima 4
  • Renault Twingo restyling - anteprima 5
  • Renault Twingo restyling - anteprima 6

Bilbao, Paesi Baschi, Spagna. Ecco la localizzazione esatta del nostro primo incontro con la nuova "faccia" delle Renault, quella orgogliosamente sfoggiata dalla Twingo restyling. Di fronte al famoso Museo Guggenheim progettato da Frank Gehry la più piccola rappresentante della gamma francese si presenta rinnovata nello stile e nell'efficienza dei motori. Il nuovo frontale "simpatico" è segnato dalla grande Losanga verticale, sottolineata da un importante "baffo" nero e completata da due fari rotondi che includono fendinebbia e luci diurne. Come spiega lo stesso designer, Laurens Van Den Acker, l'idea è quella di creare un family feeling innovativo per tutta la gamma, che sulla Twingo recupera anche un legame stilistico con la prima serie della piccola francese. Il parallelismo non ci è parso così evidente, ma bisogna ammettere che l'operazione di rinnovamento giova all'immagine della Twingo, ancor più arrotondata nelle forme e più "sbarazzina" nell'aspetto. Altri dettagli ci hanno colpito positivamente, dal nuovo disegno delle ruote alle luci di retromarcia spostate sul portellone, senza dimenticare la possibilità di avere il tetto apribile in tela che regala un piacevole senso "open air".

SEMPRE LUMINOSA, ANCOR PIU' COLORATA
Proprio la sensazione di luminosità e ampia visibilità sia anteriore che laterale è il tratto caratteristico della Twingo restyling, saggiamente ripreso dalla serie precedente. Salire sulla Twingo significa infatti ritrovare lo stesso concetto stilistico degli esterni, grazie alle tappezzerie e agli inserti plastici multicolori che si alternano ad alcune finiture cromate. L'ambiente conferma quanto proposto sulla Twingo del 2007, attualizzandone il concetto con dettagli d'arredamento più colorati. La semplice strumentazione mantiene la sua posizione centrale nella plancia, che inizialmente può distrarre chi non vi è abituato, e anche parte dello stile tondeggiante della serie precedente. Le plastiche sono di qualità media, mentre i comandi mostrano un'apprezzabile ergonomia e piacevolezza al tatto. Peccato per il clacson non compreso nel cuscino del volante, l'attivazione del cruise control un po' nascosta e i comandi del climatizzatore non troppo intuitivi da individuare e utilizzare. Per il resto la Twingo restyling continua a stupire nell'abitabilità anteriore e posteriore, visto che anche arretrando completamente entrambe le file di sedili il passeggero posteriore ha ancora un abbondante spazio per le gambe. Il bagagliaio è ridotto, pensato per l'utilizzo cittadino, ma basta avanzare i sedili posteriori per avere un vano di capienza interessante (165/959 litri).

I BEI VANTAGGI DEL DIESEL
La prima versione che abbiamo provato su strada è una 1.5 dCi 85 CV, non importata in Italia ma buona per farci un'idea della dCi 75 CV che viene venduta da noi a partire da 12.950 euro. Questo Diesel si conferma sufficientemente brioso da imprimere alla Twingo uno sprint apprezzabile, sia in città che nella guida extraurbana o autostradale. Anche l'assetto risponde bene lungo il percorso di prova che in circa 140 chilometri attraversa le città di Bilbao, Gernika, l'oceanica Lekeitio e Durango; la stabilità non mostra punti deboli e le sospensioni assorbono in maniera eccellente le asperità dell'asfalto. Ad un livello leggermente inferiore ci è parsa la manovrabilità del cambio, come anche la rapidità di riallineamento dello sterzo e il diametro del volante, che avremmo preferito più piccolo nei tratti "guidati" e tortuosi fuori città. Nel complesso la 1.5 DCi è molto equilibrata e agile e con una guida accorta non dovrebbe essere difficile avvicinarsi agli interessanti livelli di consumo medio dichiarati dalla Casa, pari a 3,4 l/100 km.

CON LA GT GORDINI IL TURBO E' UN PIACERE
Il secondo modello testato è una Twingo GT Gordini 1.2 TCe da 100 CV. Venduta in Italia a 13.950 euro, è al momento la versione più potente del listino Twingo e già esternamente si riconosce per la colorazione "blu Malta", le strisce longitudinali bianche dedicate a "Le Sorcier" italo-francese e i cerchi Sphinx da 15" con finitura nera e diamantata. Anche dentro questa versione Gordini lascia trasparire la sua discendenza sportiva con il volante in pelle bicolore, gli inserti colorati nei pannelli porta, i sedili racing e il simpatico contagiri che spunta dalla plancia proprio dietro al volante, ben piazzato e leggibile. Pur senza tetto panoramico, la vettura in prova mantiene una luminosità interna e una visibilità al di sopra della media, mentre l'assetto è la prima differenza che si nota rispetto alla Diesel. Più rigido e reattivo, il reparto sospensioni di questa Gordini si dimostra sempre all'altezza, anche nei tornanti e nei tratti costieri pieni di curve, pur senza andare a intaccare il comfort in modo significativo. Solo i sedili avvolgenti potrebbero risultare leggermente meno comodi durante i lunghi viaggi. L'elemento chiave di questa TCe 100cv sta proprio nel motore turbo di 1,2 litri, piacevole e scattante senza essere brutale, potente e docile quanto basta per muoversi in agile sportività nel traffico o nei percorsi extra-cittadini. Si guida in tutto relax confidando sulla coppia di 155 Nm che rende la GT Gordini un'ottima vettura adatta ad ogni utilizzo. Se non fosse per i prezzi della benzina italiana e per i consumi (5,7 l/100 km) comunque superiori a quelli della 1.5 dCi, potremmo consigliare senza timori la Twingo con questa bella motorizzazione turbo 1.2 Tce.

I PREZZI
Il listino prezzi della Renault Twingo restyling parte da 10.950 euro per la versione 1.2 Wave e arriva ai 13.950 euro della 1.2 TCe Gordini. La motorizzazione 1.5 dCi è proposta al prezzo di 12.950 euro in allestimento Wave e 13.700 euro in allestimento Live. Completano la gamma le versioni 1.2 Live, 1.2 Live BVR e 1.2 Energy che costano, rispettivamente, 11.700 euro, 12.700 euro e 12.200 euro. Tuttavia, la Renault Twingo 1.2 Wave è proposta in fase di lancio al prezzo promozionale di 8.500 euro.

Scheda Versione

Renault Twingo
Nome
Twingo
Anno
2007 (restyling del 2012) - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Renault


Listino Renault Twingo

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
Night&Day 1.2 75cv anteriore benzina 75 1.1 4 € 7.950

LISTINO

 

Top