dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 14 dicembre 2011

Farmaci e guida, quanto ne sappiamo?

Tre italiani su quattro si mettono al volante anche se non dovrebbero

Farmaci e guida, quanto ne sappiamo?

I farmaci sono tutti compatibili con la guida di un'automobile? Dipende dalla loro influenza sul sistema nervoso centrale. Se sì o no lo possono dire solamente il medico e il foglietto illustrativo. Quest'ultimo viene consultato dall'88% degli italiani, mentre a chiedere delucidazioni al proprio dottore è solo il 6%. Sono i dati di una ricerca promossa da Linear Assicurazioni, la compagnia online del gruppo Unipol e commissionata all'istituto Nextplora, che ha appurato come tre italiani su quattro, il 74%, sanno che molti medicinali non vanno presi prima di mettersi al volante, ma se ne disinteressano.

1 SU 7 SI METTE AL VOLANTE
La ricerca descrive una popolazione consapevole: il 74% degli italiani non solo sa che molti dei medicinali in commercio sono sconsigliati prima di mettersi al volante, ma rispetta anche le tempistiche indicate sulla confezione. Le donne (78%) si dimostrano come al solito più coscienziose degli uomini (69%), forse perché dovendo spesso occuparsi del trasporto dei figli, sono più attente ai rischi. Particolarmente attenti anche gli over 45 (81%) mentre lo sono molto meno i giovani tra i 18 e i 24 anni (58%), che sono anche la categoria più all'oscuro del problema (17%). Pur essendo a conoscenza dei rischi, il 13% degli intervistati, cioè un guidatore su sette, si mette lo stesso alla guida dopo aver assunto farmaci.

1 SU 3 NON FA CASO AGLI EFFETTI
Particolare attenzione va prestata da parte di coloro che assumono alcuni antidepressivi, anticonvulsivanti, neurolettici, analgesici oppiacei, antistaminici, antinfiammatori, antipertensivi o antidiabetici. Ma gli italiani sono consapevoli dei rischi? Mica tanto: un italiano su cinque (17%) afferma di conoscere qualcuno che ha avuto problemi alla guida proprio a seguito dell'assunzione di un medicinale, uno su tre (33%) ha continuato il viaggio senza fermarsi e senza preoccuparsene, il 29% si è fermato almeno una volta ad aspettare che passasse l'effetto, mentre il 27% ha deciso di cedere il volante al compagno di viaggio.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale , statistiche


Top