dalla Home

Videogame

pubblicato il 12 dicembre 2011

Mario Kart 7

Il settimo capitolo della saga Nintendo si conferma eccellente

Mario Kart 7
Galleria fotografica - Mario Kart 7Galleria fotografica - Mario Kart 7
  • Mario Kart 7 - anteprima 1
  • Mario Kart 7 - anteprima 2
  • Mario Kart 7 - anteprima 3
  • Mario Kart 7 - anteprima 4
  • Mario Kart 7 - anteprima 5
  • Mario Kart 7 - anteprima 6

Diciannove anni, tanti ne sono passati da quando un Miyamoto alle soglie degli 'anta ha messo per la prima volta il suo baffuto idraulico a bordo di un kart dal bizzarro bagaglio, dando il via ad una delle saghe più amate e riuscite di sempre. E pochi da allora sono stati gli episodi che hanno cavalcato le console di casa Nintendo, sei per la precisione, uno per ogni nuova piattaforma, cosa che ci porta a questo settimo capitolo Mario Kart 7 carichi di aspettative visti gli altissimi standard qualitativi ai quali siamo stati abituati. Mario Kart è da sempre un fiore all'occhiello per la casa di Kyoto, un titolo che ad ogni sua incarnazione ha saputo rinnovarsi senza stravolgere un gameplay talmente solido da risultare attuale seppur invariato nel corso degli anni, conquistando il massimo consenso della critica e del pubblico proprio su console portatili con Mario Kart Super Circuit e Mario Kart, storici blockbuster rispettivamente da 5 e 22 milioni di copie vendute. Ce la farà anche Mario Kart 7 a confermare il successo delle precedenti versioni?

CILINDRI, GOMME, GUSCI
Cominciamo col dire che, come i suoi predecessori, anche questo episodio non ha uno spirito rivoluzionario, dimostrando semplicemente di voler continuare il lifting costante e certosino che da sempre caratterizza l'evoluzione della serie, una tecnica vincente che ragionevolmente nessuno si azzarderebbe a cambiare. Ecco quindi rispuntare le tipiche classi 50cc, 100cc e 150cc da affrontare in ordine crescente attraverso quattro coppe nuove di zecca e altrettante prese dal passato, terminate le quali avrete accesso ad un familiare mirror mode. I personaggi selezionabili sono sedici, un po' pochi a dire il vero, ma la nuova possibilità di personalizzazione dei kart compensa ampiamente il numero rivelandosi una piacevole novità della quale ci siamo accorti solo ora di averne sentito la mancanza. Sul versante tracciati, il reparto Nintendo EAD ha voluto rispettare la tradizione che ne vuole quattro per ogni coppa, e non possiamo che conglatularci con loro per la costante ricerca di nuove ambientazioni e la fermezza con la quale non cedono alla tentazione di abusare del nome Mario Kart, pubblicando pochi capitoli ma solidi.

PIACEVOLI NOVITA'
Come abbiamo accennato, Mario Kart 7 vede innanzitutto l'introduzione di un tuning dei mezzi estremamente semplice ma efficace: si potranno scegliere telai, gomme e strumento per rallentare la caduta. Sono pochi interventi, ma cambieranno radicalmente il comportamento del nostro bolide in pista. In seguito, festeggiamo l'arrivo di nuovi personaggi presi direttamente da altri giochi di Mario, nonchè il ritorno delle monete che ci forniranno dei leggeri boost ogni volta che ne raccoglieremo una. Parlando di boost non possiamo non citare il metodo principale usato da tempo per ottenerli, ovvero la derapata. In Nintendo devono esser stati fin troppo attenti alle critiche derivanti dalla cosìddetta tecnica snaking che in Mario Kart DS permetteva di ottenere tempi record con un suo sapiente, ma eccessivamente facile, utilizzo. Per chi non avesse giocato al precedente capitolo, diciamo solo che, attraverso dei "micro pendoli", era possibile ottenere accelerazioni per quasi tutto il tracciato senza rischiare di andare fuori traiettoria o in testacoda. Per impedire l'abuso di tale tecnica, gli sviluppatori hanno questa volta reso molto, troppo, più lungo il tempo necessario per ottenere i boost. A volte non basta una curva lunga un chilometro effettuata tutta in controsterzo, quindi una via di mezzo come avveniva in altri capitoli sarebbe forse stata più gradita. Altro elemento assolutamente nuovo è il deltaplano, insolito optional per un Kart, che vi darà la possibilità di avere un controllo del mezzo anche nelle fasi di salto, ora molto più presenti e lunghe rispetto ai precedenti capitoli, che si alterneranno con ancor più nuove sessioni subacquee in cui sarete dotati di un'elica. Il settore power up, infine, vede la comparsa di tre nuovi oggetti: "Fiore", "Foglia" e "Lucky 7", tutti interessanti e che vanno a sommarsi alle numerose vecchie glorie, delle quali tuttavia il computer tende ad abusare, rendendo a volte l'esperienza lievemente frustrante soprattutto per i più esperti.

GRAFICA, AUDIO E GAMEPLAY
Mario Kart 7 è un Mario Kart al 100%, e questo si traduce in una cura maniacale per tutti gli aspetti audiovisivi: colori, effetti, framerate, animazioni, voci, musiche, tutto è allo stato dell'arte per la saga che nel 2009, non a caso, è stata premiata dal Guinness dei Record come la più influente nella storia dei videogiochi. Nuovi e vecchi circuiti fanno brillare gli sguardi, così come tutti i personaggi ai quali è impossibilie non dare una chanche al volante. Fortunatamente questo capitolo non fa eccezione, garentendo oltre alla classica modalità single player che non mancherà di soddisfare chiunque la provi, un'ancor più valida sezione multiplayer finalmente all'altezza di questo nome. In Wi-fi sarà possibile utilizzare una sola copia del gioco per collegare fino a otto dispositivi, davvero non male, mentre sul fronte online le opzioni selezionabili segnano un grande passo avanti rispetto al precedente capitolo, permettendo la creazione di vere community e la scelta di regole e tracciati come nella maggior parte dei simulatori di guida di oggi. Potremmo continuare ad elencare i pregi tecnici per ore, ma preferiamo non dilungarci oltre dicendovi semplicemente che è il massimo disponibile su 3DS, lasciando così spazio a ciò che da sempre ha reso unico questo titolo, ovvero la giocabilità. Il titolo è da sempre sinonimo di versatilità ed immediatezza, cosa che ha permesso a giocatori di ogni sesso ed età d'impugnare un joypad e di capire davvero l'essenza del videogaming.

A CONTI FATTI
Ancora una volta Nintendo non delude, mostrando con puntualità svizzera chi regna nel mondo dei kart tanto da far passare a quasi chiunque la voglia di farle concorrenza. Il gioco splende come non mai in multiplayer rivelandosi un acquisto quasi obbligato per tutti i possessori di un 3DS, pur facendoci sperare, a bassa voce, in qualche novità più sostanziosa sul fronte single player per il prossimo capitolo.

Piattaforma: 3DS
Giocatori: fino a 8
Editore: Nintendo
Sviluppatore: Nintendo
Specialità: kart

Autore: Manfredi de Arcayne

Tag: Videogame , videogiochi


Top