dalla Home

Curiosità

pubblicato il 30 dicembre 2011

I Diesel di una volta sono... moderni

Riflettori puntati sui propulsori di media cilindrata. Dal 1976

I Diesel di una volta sono... moderni
Galleria fotografica - I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernitàGalleria fotografica - I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernità
  • I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernità - anteprima 1
  • I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernità - anteprima 2
  • I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernità - anteprima 3
  • I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernità - anteprima 4
  • I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernità - anteprima 5
  • I turbodiesel di media cilindrata - il passato della modernità - anteprima 6

Correva l'anno 1976. Tempi duri per le auto con motori Diesel, colpite dall'entrata in vigore del superbollo - un'addizionale sulla tassa di proprietà che in questi giorni torna di attualità, pur con modalità d'attuazione differenti - che limitò la convenienza da parte delle case nell'offrire propulsori di piccola e media cilindrata. Le origini dei piccoli turbodiesel moderni, tuttavia, affondano le radici proprio a partire da quegli anni. Le maggiori Case automobilistiche iniziavano infatti a sviluppare queste unità per rendere più accettabili i costi d'esercizio di chi percorreva molti chilometri. Successivamente, la necessità dei giorni nostri di ridurre consumi ed emissioni ha premiato il mix di efficienza e prestazioni dei propulsori con cilindrate vicino ai 1.600 cc: un numero che fa da trait d'union fra due epoche.

QUANDO IL TURBO ERA GTD
Quando si parla di medie cilindrate in fatto di alimentazione diesel, il primo pensiero va subito alle unità da 1.6 litri. Nel 1986, Ford proponeva il motore 1.6 diesel da 53 CV con i modelli Fiesta, Escort ed Orion, mentre Renault proponeva un propulsore di pari cilindrata da 55 CV sulle dirette rivali R5, R11 e R9. Volkswagen, invece, oltre all'unità 1.6 diesel da 54 CV utilizzata anche dal fuoristrada Aro SuperIschia, era l'unico costruttore che produceva all'epoca il motore 1.6 turbodiesel da 70 CV destinato ai modelli Golf, Jetta e Passat, mentre lo stesso propulsore in versione da 80 CV era sotto al cofano dell'Audi 80. Oggi, molte vetture di Volkswagen e Audi - con Seat e Skoda - sono disponibili con il motore 1.6 TDI da 90 e 105 CV, mentre Renault è ritornata da poco in questo segmento con il propulsore 1.6 dCi da 130 CV, per il momento disponibile solo con la Scénic e la Nissan Qashqai. Ford, invece, propone l'unità 1.6 TDCi nelle versioni da 95 e 115 CV, previste anche per alcuni modelli di Mazda e Volvo.

UN PASSAGGIO "OBBLIGATO", PRIMA O POI
Anche Fiat e PSA Peugeot Citroen propongono, rispettivamente, i motori 1.6 MultiJet e 1.6 HDi, il primo disponibile con 90, 105 e 120 CV, mentre il secondo è disponibile nelle versioni da 92 e 112 CV, quest'ultimo utilizzato anche da Mini. Tuttavia, entrambi i costruttori puntarono 25 anni fa sulla cilindrata 1700, dato che Fiat proponeva il motore DS da 60 CV sui modelli Ritmo e Regata, mentre il gruppo francese offriva il propulsore diesel di pari potenza con le Citroen Visa e BX, nonché con le Peugeot 205, 309 e 305. Il percorso inverso l'ha fatto Opel che, nel 1986, proponeva i modelli Kadett e Ascona con l'unità 1.6 diesel da 54 CV ed oggi punta sulla motorizzazione 1.7 CDTI per le varie Corsa, Astra, Meriva e Zafira One, disponibile in 4 livelli di potenza: 100, 110, 125 e 130 CV.

GRANDI PROTAGONISTI, PER CUBATURE SMALL
Venticinque anni fa Hyundai si affacciava timidamente sul mercato europeo con le ormai dimenticate Pony e Stellar che disponevano solo di motori a benzina, mentre Kia sarebbe arrivata solo il decennio successivo. Le due Case coreane, tuttavia, hanno recuperato alla grande e sono presenti in questa importante fascia di mercato con ben due propulsori: il 1.6 CRDi da 90, 115 e 128 CV utilizzato dalle varie Hyundai i20, ix20 e i30 più le Kia cee'd, Venga e Soul, mentre quest'anno ha debuttato il nuovo 1.7 CRDi da 115 e 136 CV con i modelli i40, ix35 e Sportage.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , nuovi motori


Top