dalla Home

Attualità

pubblicato il 2 dicembre 2011

Blocco del traffico a Roma anche oggi 2 dicembre

Secondo giorno di targhe alterne. Ieri 1.783 multe

Blocco del traffico a Roma anche oggi 2 dicembre

Anche oggi venerdì 2 dicembre, a Roma vige il secondo giorno di circolazione a targhe alterne. Blocco per gli autoveicoli, i motoveicoli e i ciclomotori con targa pari incluso lo zero, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 21 nell'area della Fascia Verde. Il provvedimento è stato confermato in considerazione dei dati sulla qualità dell'aria rilevati dalle centraline Arpa.

LIMITAZIONI ED ESENZIONI
Sono esentati dal blocco del traffico le auto euro 5 e i motocicli euro 3, i veicoli a GPL, metano, elettrici e ibridi, oltre che i veicoli di emergenza, soccorso, pronto intervento, mezzi pubblici, auto con contrassegno disabili. Come sempre, in seguito al superamento dei limiti delle polveri sottili, e quindi anche nel corso delle targhe alterne, la circolazione nella Fascia Verde rimane interdetta dalle 7:30 alle 20:30 per tutti i veicoli più inquinanti a prescindere dalla targa: autoveicoli a benzina euro 0 e 1; diesel euro 0-1-2; ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi euro 0-1.

1.783 MULTE A ROMA
L'assessore all'Ambiente di Roma Marco Visconti ha tracciato ieri sera un bilancio positivo della prima giornata di applicazione delle targhe alterne. Per Visconti "la maggior parte dei cittadini romani ha rispettato il provvedimento dimostrando grande sensibilità ambientale ed una maggiore consapevolezza rispetto alla tutela della propria salute. Il traffico privato - ha aggiunto l'assessore - si è mantenuto costantemente ridotto rispetto al solito e, come dimostrano i dati rilevati dalla Polizia Roma Capitale, si stima una percentuale di contravvenzioni elevate pari al 29% dei controlli totali più bassa rispetto a casi analoghi del passato. A meno di un'ora dalla conclusione della prima giornata di targhe alterne risultavano infatti 1.783  multe elevate su 6.150 controlli effettuati. Ricordiamo che la violazione del divieto prevede una contravvensione di 155 euro.
 
POSSIBILE UNA REPLICA
"Sul fronte della qualità dell'aria - ha aggiunto l'Assessore Visconti - si registrano miglioramenti evidenti già nel confronto tra i dati rilevati martedì e quelli di mercoledì, in un quadro generale che, comunque, continua a non essere in linea con le normative europee. Il particolato fine è sceso in tutte le stazioni di monitoraggio con una diminuzione massima di 21 microgrammi a Bufalotta mentre il biossido di azoto è sceso di ben 122 microgrammi a Fermi, passando da 334 a 212/200 microgrammi. Già nelle prossime ore ci aspettiamo un'ulteriore diminuzione delle concentrazioni inquinanti anche se, a causa del forte ristagno atmosferico cui siamo sottoposti, dovremo aspettare qualche giorno per valutare gli effetti dei provvedimenti emergenziali".  

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top