dalla Home

Videogame

pubblicato il 1 dicembre 2011

SBK 2011

Giù quel ginocchio!

SBK 2011
Galleria fotografica - SBK 2011, il videogameGalleria fotografica - SBK 2011, il videogame
  • SBK 2011, il videogame - anteprima 1
  • SBK 2011, il videogame - anteprima 2
  • SBK 2011, il videogame - anteprima 3
  • SBK 2011, il videogame - anteprima 4
  • SBK 2011, il videogame - anteprima 5
  • SBK 2011, il videogame - anteprima 6

Se esiste una certezza nel mondo videoludico è proprio quella che ogni anno, immancabili come le lenticchie il 31 dicembre, arriveranno i giochi ufficiali del campionato Superbike, F1 e compagnia bella. Non che sia un male, anzi, la qualità delle produzioni in questione è solitamente discreta, ma lo sfruttamento smisurato di un franchise, per quanto vincente, comporta a volte anche qualche piccolo ritorno di fiamma. Con questa premessa andiamo quindi ad analizzare quella che è l'edizione 2011 di SBK, capitolo made in Italy della saga dedicata agli appassionati di motociclismo, e non solo, che da dieci anni accompagna il biker che è in noi.

LA MOTO LOGORA CHI NON CE L'HA
Dopo una veloce introduzione il gioco ci permetterà di entrare a gareggiare nel campionato attuale attraverso la rapida creazione di un profilo-pilota, oppure di salire in sella in pochi secondi per prender parte a una partita veloce in puro stile arcade. La modalità carriera, fulcro di ogni gioco del genere, inizia quindi nel più classico dei modi, ovvero con un editor veloce ed essenziale dove, oltre alle fattezze del nostro alter ego, andremo a scegliere moto e sponsor da portare sui tracciati in giro per il mondo. Come succede da qualche anno, anche in questo caso il giocatore si troverà di conseguenza a essere un po' manager di sé stesso, aspetto questo, che dona a tutti i giochi del settore un pizzico di profondità in più rispetto al passato. Una volta effettuate queste rapide scelte saremo quindi pronti a prendere parte al campionato e a viverlo da veri piloti. Ogni tappa è caratterizzata infatti da tutte le sessioni tipiche dei week end di gara: prime prove libere, qualifiche, seconde prove libere e poi ancora i warm up prima di correre contro gli avversari per conquistare il gradino più alto del podio. Si possonO comunque saltare tutte le prove passando direttamente alla fase di gara, ma ciò comporterà la perdita dei possibili punti derivanti dalla Superpole e anche la mancata messa a punto della moto, che andrebbe testata nelle fasi precedenti con l'aiuto dell'ingegnere e della telemetria.

NON FA LA SCINTILLA
Anche l'aspetto tecnico suscita tale sensazione: da un punto di vista grafico moto e i piloti sono ben fatti, i tracciati sembrano fedeli agli originali e la fisica è credibile senza ovviamente portare all'esasperazione mettendo eccessivamente alla corda il giocatore anche in modalità di simulazione completa, ma il pubblico sugli spalti, la mancanza di alcuni frame nella sequenza di caduta, e alcuni effetti insieme ad altre piccole cose, hanno dovuto palesemente fare i conti con le scadenze annuali. Anche sul versante audio la sensazione di déja-vu si fa sentire, con ruggiti dei motori ed efx apprezzabili ma con musiche davvero troppo in linea con tutte le produzioni del settore.

COME UN WEEKEND DI GARA
Il gioco si svolge in maniera tanto lineare quanto fedele al mondo reale attraverso la scalata alle varie classi, cosa che da un lato appagherà i puristi, ma che dall'altro comporta la rinuncia alla possibilità di stupire, vero tallone d'Achille di SBK sin dalla sua prima comparsa nel lontano 2001. Il giudizio è positivo sotto tutti gli aspetti, ma c'è la sensazione che dal gioco ufficiale della Superbike ci si sarebbe dovutto aspettare qualcosa di più. Nel complesso, la giocabilità del prodotto è comunque a livelli più che discreti sia in modalità solista\carriera che in multiplayer e online, rendendo SBK 2011 un ottimo diversivo per brevi sessioni di gioco o serate tra amici vicini e lontani, pur non sopperendo del tutto alla scarsità di novità che non consentono quindi al titolo della Milestone di diventare un blockbuster, malgrado la scarsa concorrenza su due ruote, o una per i più spericolati.

Piattaforma: PC, XBOX 360, PS3
Giocatori: 1-16
Editore: Blackbean
Sviluppatore: Milestone

Autore: Manfredi de Arcayne

Tag: Videogame , videogiochi


Top