dalla Home

Novità

pubblicato il 17 luglio 2006

Nuova Ford Galaxy

Nuova Ford Galaxy
Galleria fotografica - Nuova Ford GalaxyGalleria fotografica - Nuova Ford Galaxy
  • Nuova Ford Galaxy - anteprima 1
  • Nuova Ford Galaxy - anteprima 2
  • Nuova Ford Galaxy - anteprima 3
  • Nuova Ford Galaxy - anteprima 4
  • Nuova Ford Galaxy - anteprima 5
  • Nuova Ford Galaxy - anteprima 6

Invertendo quella che poteva essere una "scaletta" tradizionale, la Ford , dopo l' S-MAX presenta il nuovo Galaxy, alternativa dai connotati meno sportiveggianti nell'ambito delle monovolume della Casa Americana. Potrebbe sembrare una scelta azzardata offrire due prodotti così vicini nelle caratteristiche estetiche e tecniche, ma in realtà pensiamo che la Ford abbia semplicemente anticipato quell'orientamento che il mercato sta manifestando in tutti i segmenti, con un forte interesse per vetture dalla caratterizzazione sportiva.

In effetti anche il nuovo Galaxy, pur rispettando nelle proporzioni i canoni delle monovolume classiche, presenta comunque una linea aggressiva, differenziandosi dalla consorella S-MAX principalmente per il padiglione più basso e per la vetratura più estesa. Alla Ford lo hanno ufficialmente denominato "kinetic design", un corso stilistico che distinguerà tutti i modelli dei prossimi anni.

Abbandonata la partnership commerciale con Volkswagen, il Galaxy è stata progettato completamente in proprio ed appare distante anni luce dal modello precedente. Ford ha attinto a piene mani da quanto l'odierna tecnologia è in grado di offrire, e a dotato questo nuovo modello di optional finora riservati a categorie superiori, alzando così il tiro di una politica adottata ormai da molti anni e che si è dimostrata vincente. Basti pensare a soluzioni come il cruise control che mantiene anche la distanza di sicurezza o alle sospensioni adattive, finora riservate alle ammiraglie tedesche di ben altro lignaggio.

Lievitato nelle dimensioni tranne che in altezza, ridotta di 14 millimetri, il nuovo Galaxy offre una notevole disponibilità di spazio a tutti gli occupanti, compresi quelli della terza fila, non più relegati allo status di ospiti provvisori; tanto che possono contare anche su bocchette di climatizzazione dedicate e con regolazione della temperatura separata dagli occupanti dei posti anteriori ed in comune con quelli della seconda fila, dove sono presenti ulteriori bocchette sui montanti laterali.
Al gran numero di vani disseminati un po' ovunque si aggiunge la consolle superiore che si estende centralmente per tutta la lunghezza del padiglione e dove sono presenti fino a ben cinque contenitori di ampie dimensioni. Il tetto può essere in cristallo suddiviso in quattro parti fisse oscurabili tramite apposite tendine, che possono essere montate anche lateralmente per aumentare ulteriormente la privacy dei passeggeri, che già godono della presenza di vetri più scuri.
Gli interni, in tutte le loro componenti ricalcano quanto già visto nell' S-MAX, quindi ritroviamo una plancia importante caratterizzata da una consolle centrale dalle forme morbide e piacevoli con finiture hi-tech in metallo anodizzato, in cui abbiamo però riscontrato una certa difficoltà di lettura dei simboli dei vari tasti. Anche il display del computer di bordo non eccelle per visibilità diurna, mentre il resto della strumentazione è ben visibile e di facile consultazione.
Pratica ed originale la forma a maniglia del comando del freno di stazionamento che, posizionata appena sotto la leva del cambio, si inserisce armoniosamente nel contesto valorizzando un elemento in genere sempre invadente ed esteticamente mal sopportato.
Di impronta sportiva il bel volante con inserti metallici laddove sono inseriti i vari comandi remoti.
Tipiche della recente produzione Ford le bocchette del climatizzatore di forma circolare.
La qualità percepita è di buon livello eccezion fatta per la parte inferiore dei pannelli delle portiere, non criticabile visivamente, ma realizzata con materiale troppo rigido al tatto.
Buona la posizione di guida e veramente ampio lo spazio a disposizione specie per gli occupanti della seconda fila, che possono godere di poltroncine separate regolabili anche nell'inclinazione dello schienale. Il sistema FFS ( FoldFlatSystem ) garantisce 32 diverse configurazioni degli interni con la possibilità di ottenere un piano di carico piatto senza la rimozione dei sedili.

Al termine del breve test effettuato a Firenze e dintorni abbiamo innanzitutto apprezzato l'ottima insonorizzazione che, unitamente alle caratteristiche delle sospensioni, assicura un gran confort di marcia. Il cambio a sei marce mette in mostra una ottima manovrabilità con escursione ridotta ed innesti precisi e mai contrastati. Lo sterzo molto leggero privilegia una condotta di guida tranquilla, che è poi quella più adatta alle caratteristiche della vettura; di fronte a eventuali sollecitazioni, quest'ultima risponde in maniera sempre sincera e prevedibile. Sul misto ed in autostrada forzando l'andatura rollio e beccheggio si manifestano in modo un più evidente, ma mai fastidioso e sono una naturale conseguenza delle scelte fatte in materia di assetto oltre che del peso e delle dimensioni .
Il motore 2.0 turbodiesel common rail da 140 cavalli dotato di una notevole coppia, mostra un'ottima progressione specie nelle marce alte, dove ad ogni cambio di rapporto assicura una gradevole e continua sensazione di spinta, mentre a basse andature sotto i 2.000 giri sembra un po' più pigro. D'altra parte i terreni di caccia di questa monovolume sono le autostrade e le statali a scorrimento veloce, dove Galaxy può esprimere al meglio le sue qualità, assicurando viaggi confortevoli e spazio a volontà per eventuali bagagli al seguito.

Per quanto riguarda versioni e prezzi bisogna precisare che la Ford ha destinato questo modello ad una fascia di utenza medio-alta, con il dichiarato intento di attaccare concorrenti prima fuori portata. Quindi niente versione base, sono solo due gli allestimenti disponibili già riccamente accessoriati : Plus e Ghia con possibilità di ulteriori pacchetti di optional convenienti oltre a personalizzazioni "speciali".
La gamma motori composta da un 2.0 benzina da 145 cv , da due 1.8 TDCI da 100 e 125 Cv e da un 2.0 TDCI 140 Cv disponibile anche con filtro antiparticolato. I prezzi partono dai 26.500 Euro del 2.0 benzina e ogni motorizzazione superiore richiede un esborso di 1.000 Euro in più arrivando ai 29.500 Euro del 2.0 TDCI (Euro 30.150 con filtro DPF). Le rispettive versioni Ghia (non disponibile per il 1.8 TDCI ) costano 1.500 Euro in più.

Scegli Versione

Autore: Giovanni Ceccarelli

Tag: Novità , Ford


Top