dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 30 novembre 2011

Volkswagen Cross Coupé

Il prototipo di SUV ibrida s’ispira alle coupé, con un sistema 4x4 elettromeccanico

Volkswagen Cross Coupé
Galleria fotografica - Volkswagen Cross CoupeGalleria fotografica - Volkswagen Cross Coupe
  • Volkswagen Cross Coupe - anteprima 1
  • Volkswagen Cross Coupe - anteprima 2
  • Volkswagen Cross Coupe - anteprima 3
  • Volkswagen Cross Coupe - anteprima 4
  • Volkswagen Cross Coupé - anteprima 5
  • Volkswagen Cross Coupe - anteprima 6

I SUV hanno creato una nuova specie nel genere automobilistico e ora tendono, sempre più spesso, ad evolvere incrociandosi con altre "razze" su quattro ruote, sotto forma di crossover. Attingendo al repertorio delle berline e delle station wagon, i designer abbassano sempre più le altezze da terra di questi veicoli, ridefinendo le proporzioni fino ad entrare nel terreno d'elezione delle coupé. La Volkswagen Cross Coupé, prototipo che la Casa tedesca presenta al Salone di Tokyo (3-11 dicembre 2011), è l'ultimo esempio della filosofia sposata già da altri costruttori e che a Wolfsburg hanno già sperimentato sulla Passat CC. La concept car che si svela alla rassegna giapponese è un veicolo ibrido plug-in a trazione integrale, ottenuta fornendo il moto alle ruote posteriori tramite il lavoro in tandem del motore endotermico (della famiglia turbo benzina TSI) e dei due motori elettrici (disposti sui due assali), per un totale di 265 CV di potenza.

UN ALBERO DI TRASMISSIONE "ELETTRICO"
Con la Volkswagen Cross Coupé i tecnici tedeschi hanno sviluppato uno schema di trasmissione inedito per la Casa. In modalità 4x4, il motore elettrico alloggiato sul retrotreno (che eroga una coppia di 270 Nm e 85 kW -116 CV) dà trazione alle ruote posteriori, ricevendo però energia dal motore elettrico anteriore (capace di 180 Nm e 40 kW - 55 CV), che in questi frangenti funge da generatore azionato dal propulsore TSI. Tale architettura permette di fare a meno del tradizionale albero di trasmissione meccanico, a favore dello spazio nella zona del tunnel centrale per alloggiare le batterie agli ioni di litio e al riposizionamento verso il basso del baricentro.

IBRIDA, NON SOLO DI MECCANICA
Con l'albero di trasmissione "elettrico", le prestazioni della Volkswagen Cross Coupé si riassumono in uno 0-100 km/h coperto in 7 secondi e una velocità massima pari a 201 km/h. In modalità puro elettrico, d'altro canto, la SUV-coupé a 4 posti è in grado di percorrere 40 km, per attraversare centri urbani o zone naturali precluse al traffico. Proprio per affrontare tratti in off-road, infatti, la Cross Coupé si presenta con angoli di attacco anteriori e posteriori pari a 24,2° e 32,5° rispettivamente, in concomitanza con sbalzi di carrozzeria ridotti e carreggiate larghe. Secondo il team di designer supervisionato da Walter de Silva (Chief Designer del Gruppo di Wolfsburg) e Klaus Bischoff (Brand Design Chief del marchio Volkswagen) le proporzioni della Cross Coupé adatte al fuoristrada sono state travasate alle esigenze di dinamicità delle sportive: il prototipo è lungo 4.345 mm, largo 1.868 e alto 1.523, con un passo di 2.630 mm. Come un crossover che si rispetti, la Cross Coupé si posiziona metro alla mano fra la Golf e la Tiguan, strizzando l'occhio alle linee della Scirocco da un lato e alle proporzioni della Passat CC dall'altro.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Volkswagen , auto ibride , tokyo


Top