dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 novembre 2011

Milano: blocco del traffico fino al 6 dicembre per le diesel Euro 3

Stop dalle 8:30 alle 18, a partire dal 30 novembre

Milano: blocco del traffico fino al 6 dicembre per le diesel Euro 3

A partire da domani, mercoledì 30 novembre, i veicoli privati diesel Euro 3 privi di filtro antiparticolato non potranno circolare nella città di Milano e in 74 comuni dell'hinterland milanese. Il provvedimento è stato preso come misura d'emergenza contro l'inquinamento dell'aria nel capoluogo lombardo, durante il tavolo organizzato dal comune e dalla provincia di Milano. Il blocco del traffico privato diesel Euro 3 è in vigore fino a martedì 6 dicembre, con esclusione delle giornate di sabato e domenica, e dura dalle 8:30 alle 18. Meno restrittivo è il trattamento riservato ai veicoli commerciali diesel Euro 3 senza filtro, che potranno circolare liberamente dalle 10 alle 18. Chi contravverrà al fermo deciso dai singoli comuni rischierà una multa di 155 euro.

LOTTA AL PM10
Il blocco temporaneo alle diesel Euro 3 pone un freno alla circolazione di veicoli relativamente recenti, immatricolati fra il 2001 e il 2007 e accusati di aggravare il problema delle polveri sottili. Dubbi rimangono sull'applicazione del blocco ai residenti in possesso di veicoli diesel Euro 3, che nella sola Cerchia milanese sono quasi 20.000. In mancanza di informazioni più specifiche è ipotizzabile che anche i residenti debbano rispettare i giorni e gli orari del fermo, pena la multa. Questa misura limitativa alla circolazione delle Euro 3 a gasolio mette in pratica un piano di lotta al PM10 già annunciato dall'assessore milanese alla mobilità Pierfrancesco Maran e crea un precedente che potrebbe essere seguito in altre grandi città italiane già alle prese con targhe alterne e blocchi del traffico.

E' SOLO L'INIZIO
Fra le misure adottate a Milano e dintorni si segnala anche l'abbassamento di un grado centigrado per il riscaldamento degli edifici pubblici e privati, ordinanza peraltro di difficile controllo. In più i sindaci hanno anche pensato di chiedere ai centri commerciali porte a chiusura totale, per evitare eccessive dispersioni di calore. Dal canto suo il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, parla di un passaggio "importante per ottenere obiettivi molto più ampi e arrivare a soluzioni condivise che possano essere più incisive" e annuncia che il prossimo gennaio le parti si riuniranno nuovamente per programmare "interventi più coraggiosi che possano portare ad affrontare il problema in maniera generale e non solo di fronte all'emergenza"

Autore:

Tag: Attualità , blocco traffico , inquinamento , milano , nuovi motori


Top