dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 novembre 2011

Termini Imerese: Passera mette d'accordo Fiat e sindacati

640 addetti verso la pensione. Gli altri passeranno a DR

Termini Imerese: Passera mette d'accordo Fiat e sindacati

I circa 640 lavoratori di Termini Imerese in esubero riceveranno da Fiat un incentivo al pensionamento. E' questo il risultato delle negoziazioni avviate nel fine settimana dal neoministro dei trasporti e dello sviluppo economico Corrado Passera fra Fiat, Invitalia e le sigle sindacali. Per la mobilità Fiat stanzierà un fondo di 21 milioni di euro spalmati su quattro anni. Ai lavoratori che andranno in pensione entro i prossimi quattro anni spetterà un contributo medio mensile di 460 euro: il primo anno percepiranno 4.445 euro, per ognuno dei tre anni successivi 5.921 euro a cui si aggiungeranno 650 euro di firma di conciliazione, per un totale di 22.850 euro comprensivi di indennità per mancato preavviso, premio fedeltà e tombale.

Dopo l'intesa è stato interrotto il blocco ai cancelli dello stabilimento siciliano avviato dopo che il Lingotto aveva fermato la produzione delle Lancia Ypsilon in anticipo sulla tabella di marcia. Adesso la palla passa alla molisana DR Motor, che è stata convocata al MISE per la prossima settimana e punta a riassorbire i restanti 1.300 lavoratori. Il piano industriale presentato nei giorni scorsi dal numero uno Massimo Di Risio prevede la produzione nello stabilimento siciliano di quattro modelli. DR procederebbe con 241 assunzioni nel 2012, per salire a 561 nel 2013, a 909 nel 2014 e a 1.272 nel 2015.

Autore:

Tag: Attualità , Fiat , produzione , lavoro


Top