dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 23 novembre 2011

Roma, Napoli e Milano chiedono una nuova politica di mobilità

I dati in un sondaggio della Fondazione Luigi Guccione

Roma, Napoli e Milano chiedono una nuova politica di mobilità

La sicurezza stradale parte anche da qui: da nuovi spazi pedonali e da una migliore efficienza dei mezzi pubblici. Lo ribadiscono i cittadini di tre grandi città italiane - Milano, Roma e Napoli - che sono stati intervistati dalla Fondazione Luigi Guccione Onlus. Dal sondaggio "Sicurezza stradale. La percezione dei cittadini di Roma, Napoli, Milano" è emerso anche un forte desiderio di inasprire le sanzioni per gli automobilisti che infrangono il Codice della strada. In particolare sembra essere apprezzata l'ipotesi del nuovo reato di omicidio stradale in discussione in Parlamento che punisce con la detenzione fino a 18 anni e l'ergastolo della patente chi causa un incidente mortale dopo essersi messo alla guida ubriaco o drogato. Elevatissimo anche il gradimento delle Zone a Traffico Limitato.

Gli utenti della strada si dimostrano quindi ben disposti ad impegnarsi per la sicurezza e la grande partecipazione alla Giornata Mondiale ONU del Ricordo delle Vittime della Strada di Domenica scorsa lo dimostra. Il giorno successivo la stessa Fondazione Luigi Guccione Onlus ha organizzato una conferenza dove sono stati illustrati i risultati del sondaggio e si è messo in luce ogni aspetto della viabilità, dalla destinazione dei proventi delle multe alla messa in sicurezza delle strade al contributo per il Servizio Sanitario Nazionale. Per saperne di più, vi rimandiamo alla cronaca di OmniMoto.it.

Autore:

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale , milano , roma , napoli


Top