dalla Home

Mercato

pubblicato il 22 novembre 2011

Fiat 500: vendite giù di tono negli USA

Da marzo 15.826 consegne, il target di 50.000 si allotana. Sostituita Laura Soave

Fiat 500: vendite giù di tono negli USA
Galleria fotografica - Fiat 500 per l'AmericaGalleria fotografica - Fiat 500 per l'America
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 1
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 2
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 3
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 4
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 5
  • Fiat 500 per l\'America - anteprima 6

Nonostante il giudizio positivo della stampa americana, le vendite della Fiat 500 sul mercato USA non stanno rispettando gli obiettivi iniziali, dato che da marzo 2011 allo scorso mese di ottobre ne sono state vendute solo 15.826 unità. Di questo passo sarà difficile raggiungere l'obiettivo fissato in 50.000 unità per il primo anno di commercializzazione. Inoltre, altri due aspetti preoccupanti sono stati evidenziati da Automotive News, ovvero la presenza di circa 14.000 esemplari in stock e la dichiarazione di 29 concessionarie su 130 che ad ottobre non hanno venduto nemmeno un esemplare di Fiat 500. Sergio Marchionne ha sottolineato che le vendite della 500 negli USA sono al di sotto delle aspettative per colpa del basso numero di concessionarie dedicate, mentre gli analisti sostengono che la vettura è troppo piccola per gli standard degli statunitensi ed il prezzo base di 15.500 dollari è giudicato troppo alto. Inoltre, il target della Fiat 500 non è costituito da giovani, bensì da famiglie agiate che l'acquistano come terza auto.

Fiat è corsa ai ripari questo mese di novembre introducendo lo sconto promozionale di 500 euro ed ha attivato la campagna pubblicitaria con Jennifer Lopez come testimonial. Oltre ciò, un contributo nelle vendite dovrebbe arrivare dalle nuove versioni Gucci e Abarth. Intanto, 65 dipendenti non lavorano più nell'impianto di Dundee, in Michigan, dove è prodotto il motore 1.4 MultiAir della Fiat 500 americana e la manager Laura J. Soave non è più la responsabile di Fiat North America, in quanto questo ruolo è stato affidato a Tim Kuniskis, da vent'anni nel settore marketing di Chrysler.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , fiat 500 , dall'estero


Top