dalla Home

Curiosità

pubblicato il 15 novembre 2011

"Visti gli ascolti record di Fiorello, la Fiat paghi la Rai!"

Così il Codacons, che giudica pubblicitario il passaggio sul palco delle 500 storiche

"Visti gli ascolti record di Fiorello, la Fiat paghi la Rai!"

Fiorello ieri sera "ha fatto il botto", come ha commentato lui stesso guardando i risultati della prima puntata de "Il più grande spettacolo dopo il weekend" che ne ha segnato il ritorno a RaiUno. Lo hanno seguito 9 milioni 796 mila persone, con uno share del 39,18%, e questo, secondo il Codacons, significa aver "regalato" una enorme visibilità alla Fiat. C'è stato un momento della serata infatti in cui lo showman siciliano ha cantato un particolare arrangiamento di "Tu vuo fa l'americano", a tratti fuso con un "I am a Sicilian in New York" (riferimento alla celebre "Englishman in New York" di Sting), in cui sono salite sul palco alcune Fiat 500 storiche vestite da TAXI. La canzone potrebbe anche "suonare" come una satira sulla fine della produzione di Fiat a Termini Imerese in Sicilia, ma durante lo sketch il marchio italiano non compare mai sulle 500, che però - anche se non più in produzione da tanti anni - richiamano inevitabilmente l'immagine del Lingotto.

E anche Fiorello stesso, sebbene non ci sia stato alcun riferimento diretto alla casa automobilistica proprietaria dell'americana Chrysler, riesce a rievocarne l'identità, essendone stato il testimonial più volte. L'Associazione di Consumatori ha quindi pubblicato la seguente nota: "Chiediamo alla Rai di farsi pagare dalla Fiat il passaggio pubblicitario, considerati i listini attualmente in vigore. Altrimenti vi sarebbe un evidente danno per l'Erario determinato da uno spot trasmesso gratuitamente e senza alcun incasso per la rete di Stato. Danno ancor maggiore se si considera che uno spot del genere, trasmesso nell'ora di punta all'interno di un programma record di ascolti, costerebbe centinaia di migliaia di euro, soldi che farebbero più che bene al bilancio Rai in crisi di liquidità". Nessun commento da Torino.


Autore:

Tag: Curiosità , Fiat , fiat 500 , VIP , auto italiane


Top