dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 15 novembre 2011

Presto un nuovo Ministro dei Trasporti, chi?

Molti i nomi in ballo in queste ore per sostituire Matteoli. Diteci la vostra

Presto un nuovo Ministro dei Trasporti, chi?

Sostituito il Presidente del Consiglio vanno avanti le consultazioni per cambiare i vertici dei ministeri. In queste ore il neo premier Mario Monti sta incontrando a Palazzo Giustiniani le delegazioni di Pd e Pdl per concludere il giro di consultazioni e comunicare entro sera - o al massimo entro domani mattina - la lista dei nuovi ministri. Tanti i nomi che stanno circolando anche sulla carica che più da vicino riguarda gli automobilisti: quella del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi sostituirà Altero Matteoli non dovrà ovviamente occuparsi solo di auto, ma anche di trasporto pubblico, ferroviario, navale o aereo, ma è auspicabile che sappia tener conto del peso che l'automotive riveste nel nostro Paese: 12% del PIL generato ed oltre 1.000.000 di persone impiegate (indotto compreso).

I COMPITI DA AFFRONTARE
Da un punto di vista strettamente automobilistico il nuovo Ministro dei Trasporti dovrà esprimersi su temi importanti lasciati in sospeso dal Governo Berlusconi come il Ponte sullo Stretto di Messina, che era tra le priorità del precedente esecutivo, ma che è stato "congelato" per via della crisi; sull'introduzione del nuovo reato di omicidio stradale in discussione in Parlamento prima del cambio di vertice a Palazzo Chigi e il varo dei tanto attesi incentivi all'auto elettrica promessi per il 2012.

I NOMI IN LIZZA
Questi sono solo alcuni degli argomenti che dovranno essere presto affrontati da chi si siederà dietro quella scrivania. I nomi più probabili al momento sono, stando alle ultime indiscrezioni, quelli di: Antonio Catricalà, 59 anni, giurista italiano che dal 2005 è Presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato (Antitrust); Rocco Sabelli, 57 anni, che nel 2008 è stato scelto da Banca Intesa per guidare la newco per il rilancio di Alitalia, dopo i risanamenti compiuti in IMMSI e Piaggio; e del Senatore Carlo Secchi, 67 anni, docente, economista e politico il cui nome è già stato accostato a incarichi di prestigio, come quelli ministeriali, e persino di governatore della Banca d'Italia, quando scoppiò il caso legato all'ex-governatore Antonio Fazio. Sono più legate al mondo dell'auto, invece, le personalità che "sognano" alcuni lettori di OmniAuto.it: c'è chi vorrebbe nominare Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti il pilota Alex Zanardi, che altri vedrebbero bene al Ministero della Gioventù, e chi Luca Cordero di Montezemolo.

Autore:

Tag: Attualità , VIP , sicurezza stradale , roma , infrastrutture


Top