dalla Home

Attualità

pubblicato il 14 novembre 2011

Niente più Fiat a Termini Imerese dal 23 novembre

Cessa l'attività dopo 41 anni. Da gennaio si produrranno vetture DR

Niente più Fiat a Termini Imerese dal 23 novembre

Il 23 novembre verranno prodotte le ultime Fiat a Termini Imerese. Con una nota inviata questa mattina alle Rsu di Fim, Fiom e Uilm, l'azienda di Torino ha comunicato la data di chiusura ufficiale. Appena un mese per liberare la struttura e cederla ai nuovi proprietari. Dopo 41 anni lo stabilimento, messo in vendita dal Lingotto per gli elevati costi logistici, passerà alla casa automobilistica DR e alle altre aziende selezionate da Invitalia, ovvero la Medstudios (produzione tv), la Newcoop (piattaforma logistica per la grande distribuzione), la Lima Group (elettromedicali e protesi sanitarie) e la Biogen (energetico e biomasse).

Immediate le reazioni dei sindacati di fronte alla chiusura "anticipata". Secondo Enzo Masini, coordinatore nazionale auto della Fiom-Cgil, la decisione di non aspettare il 31 dicembre "rischia di esacerbare gli animi", ma per il segretario nazionale della Cgil, Susanna Camusso, "non fa tanto scalpore la data del 23 novembre per cui è prevista la chiusura degli stabilimenti Fiat di Termini Imerese, quanto il fatto che continuiamo ad essere in alto mare rispetto alle famose soluzioni per il rilancio dell'area industriale. Questo mi pare il vero dato drammatico - ha detto - , anche se è un giudizio ormai postumo rispetto a questo governo che ha speso molte parole per sostenere che la Fiat è un gruppo innovativo, ma non ha mai speso una parola per difendere l'occupazione e dare risposte agli stabilimenti".

Autore:

Tag: Attualità , auto italiane , produzione


Top