dalla Home

Test

pubblicato il 4 novembre 2011

Honda Civic, si rinnova e diverte

Tarata sui gusti europei soddisfa nell'handling. Peccato per i benzina ancora aspirati

Honda Civic, si rinnova e diverte
Galleria fotografica - Nuova Honda CivicGalleria fotografica - Nuova Honda Civic
  • Nuova Honda Civic	   - anteprima 1
  • Nuova Honda Civic - anteprima 2
  • Nuova Honda Civic - anteprima 3
  • Nuova Honda Civic - anteprima 4
  • Nuova Honda Civic - anteprima 5
  • Nuova Honda Civic - anteprima 6

Honda riparte dalla nuova Civic, incaricata di risollevarne le vendite. Il primo impatto non lascia quindi indifferenti. Lo shock non è quello suscitato dalla precedente generazione, una sorta di ufo tutto spigoli e cromature, che sostituiva la Civic più anonima mai concepita, ma le linee restano le più personali del segmento C. Il trait d'union con il modello precedente è forte, al punto che sembra quasi trattarsi di un profondo restyling, più che di un'auto totalmente nuova: rimangono elementi come il lunotto "tagliato" in due dallo spoiler, il muso spiovente e la coda molto alta. Il tutto, però, è stato smussato. La forma dei fari è più "gentile", sia davanti sia dietro, mentre le lamiere sono più arrotondate.

BENZINA O DIESEL SA DIVERTIRE
Look a parte, gli ingegneri hanno lavorato molto sulla guidabilità. Progettata in Giappone, la nuova Civic è stata messa a punto sulle strade del Vecchio Continente, secondo i gusti degli automobilisti europei, da sempre i più esigenti in tema di handling. Risultato: la Civic sa divertire. La base di partenza, del resto, era più che valida: il telaio reattivo del modello uscente è stato reso ancora più "affilato" mediante l'adozione di un ponte posteriore irrigidito e una serie di interventi su geometrie, ammortizzatori, molle e boccole. Lo sterzo risulta pronto e preciso ai piccoli angoli, il rollio limitato e le curve scorrono una dietro l'altra in rapida successione. Peccato solo che i motori a benzina (1.4 da 100 CV e 1.8 da 142 CV) siano ancora aspirati: rispetto ai moderni sovralimentati si avverte la mancanza di spinta ai bassi e medi regimi. Le prestazioni hanno poco o nulla da invidiare alle rivali di pari potenza, ma la fluidità di guida ne risente. In particolare l'1.4 (il 25% del mix di vendite) richiede frequenti scalate e, in ogni caso, nelle salite autostradali difficilmente si riesce a tenere la velocità di crociera. Quanto al 2.2 diesel, con i suoi 150 CV non è certo campione di potenza, ma la spinta costante a tutti i regimi e l'assenza di vibrazioni lo rendono molto piacevole e fruibile, con un ricorso minimo al cambio. Il lavoro di affinamento ha inoltre consentito di tagliare le emissioni del 20% (anche grazie allo Start/Stop, ora di serie su tutta la gamma), rispetto al 2.2 da 140 CV montato sull'attuale generazione. A proposito di diesel, il cavallo di battaglia sarà però l'1.6 in arrivo a fine 2012. Progettato appositamente per il mercato europeo, tale propulsore dovrebbe raccogliere il 65% degli ordini della Civic. Quanto al comfort, l'assorbimento delle asperità non è dei più "vellutati". Le buche si fanno sentire, ma lo smorzamento è efficace e non lascia spazio a vibrazioni del corpo vettura. L'aspetto meno convincente risulta dunque essere l'insonorizzazione degli pneumatici. Su tutti i tipi di asfalto, il rumore di rotolamento è quello che genera le frequenze più fastidiose in abitacolo.

SICUREZZA IMPLEMENTATA
Un ruolo chiave, nello sviluppo della nuova Civic, lo ha ricoperto anche la sicurezza. Gli ingegneri Honda hanno preso il meglio già disponibile in casa e lo hanno implementato sull'ultima nata. Ecco dunque il cruise control attivo (tiene in automatico la distanza di sicurezza dai veicoli che precedono), molto fluido negli interventi su freni e gas. Complementare al cruise control attivo è il CMBS, il sistema che aiuta a prevenire i tamponamenti e ne riduce le conseguenze. In caso di pericolo, il CMBS dapprima invia segnali luminosi e sonori, poi "strattona" la cintura di sicurezza del guidatore; infine, applica la massima forza frenante, riducendo le conseguenze dell'eventuale collisione. A differenza del City Safety by Volvo, però, la tecnologia Honda non è in grado di arrestare il veicolo.

UNO SPAZIO BEN SFRUTTATO
A bordo lo sfruttamento dello spazio è esemplare. Il volume del bagagliaio spazia tra 477 e 1.378 litri (350 - 1.305 la VW Golf), mentre sul sedile posteriore possono sedersi tre adulti senza scontrarsi con le spalle. Sorprendente è anche la flessibilità: abbattendo gli schienali posteriori, la seduta del divano "annega" nel fondo creando un vano di carico completamente piatto. Come sul vecchio modello, i cuscini posteriori possono inoltre essere sollevati per fare spazio agli oggetti più ingombranti. L'impronta della Civic VIII è indelebile anche nell'impostazione della plancia. Tutto sembra studiato attorno al guidatore, che viene letteralmente fasciato dalla palpebra della strumentazione e dal tunnel centrale. Migliora la leggibilità dei comandi del climatizzatore, mentre il tachimetro viene quasi del tutto nascosto dalla corona del volante. Infine, i materiali e l'assemblaggio: i primi sono nella fascia medio-alta della categoria (paragonabili a quelli della Golf, un gradino sotto Audi A3 e BMW serie 1), mentre il secondo non teme confronti. Le plastiche sono allineate con precisione e non danno mai origine a scricchiolii.

ARRIVA ALL'INIZIO DEL 2012
La nuova Civic verrà commercializzata all'inizio 2012, mentre il listino prezzi sarà comunicato al Motor Show di Bologna (3-11 dicembre). Per il momento si conoscono solo le dotazioni di serie dei vari allestimenti: la Comfort offrirà di serie, tra gli altri, il sistema di infotainment iMid, il sensore luce e il climatizzatore automatico. Sulla Sport si aggiungono il climatizzatore bizona, il cruse control con limitatore di velocità, i cerchi in lega da 17" e la pedaliera sportiva. Tetto panoramico, interni in pelle, sedili anteriori riscaldabili, navigatore con vivavoce Bluetooth e smart key sono le dotazioni della top di gamma Exclusive.

Scheda Versione

Honda Civic
Nome
Civic
Anno
2012 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Adriano Tosi

Tag: Test , Honda , auto giapponesi , nuovi motori


Top