dalla Home

Tuning

pubblicato il 6 luglio 2006

Nissan Murano GT-C

Nissan Murano GT-C
Galleria fotografica - Nissan Murano GT-CGalleria fotografica - Nissan Murano GT-C
  • Nissan Murano GT-C - anteprima 1
  • Nissan Murano GT-C - anteprima 2
  • Nissan Murano GT-C - anteprima 3
  • Nissan Murano GT-C - anteprima 4
  • Nissan Murano GT-C - anteprima 5
  • Nissan Murano GT-C - anteprima 6

Dopo la 350Z GT-S Concept arriva anche la Nissan Murano in versione ipervitaminizzata GT-C, entrambe esposte come prototipi al Festival della Velocità di Goodwood. L'originale sport utility giapponese è stata oggetto di un'elaborazione particolarmente estrema, tanto a livello estetico quanto (e soprattutto) a livello tecnico...

Se già con la Murano di serie è difficile passare inosservati, la GT-C elimina qualsiasi speranza in proposito. A cominciare dai cerchi in lega da ben 20 pollici, contro i 18 della versione normale, passando per lo spoler posteriore che sovrasta il lunotto e per il fascione anteriore specifico. Il colore previsto per la carrozzeria è un inedito nero metallizzato mentre posteriormente spicca un doppio terminale di scarico di tipo sportivo.

Tutto è funzionale alla cavalleria erogata dal cuore propulsivo V6 di 3.5, che grazie ad un turbocompressore Garret eroga 340 cavalli a 6.000 giri. Quanto basta per spingere i 1.885 chili di Murano fino a 225 km/h di velocità massima e per farla scattare da 0 a 100 km/h in appena 6,5 secondi! Assetto e sospensioni sono state opportunamente adeguate con un irrigidimento ed un ribassamento di 25 mm. Stesso discorso vale per l'impianto frenante della AP Racing, che conta su dischi anteriori da 363 mm con pinze freno a 6 pistoncini, e dischi posteriori da 330 mm con pinze a 4 pistoncini. Non manca naturalmente il controllo dinamico della stabilità ESP e l'ABS.

Per quanto riguarda le modifiche all'abitacolo, gli interventi sono meno importanti, ma alcuni dettagli sono decisamente discutibili. Nulla da dire circa i rivestimenti in pelle bicolore, come pure a riguardo degli inserti in alluminio brunito. Assolutamente inguardabile è invece il pomello del cambio che, udite udite, oltre ad essere di plexiglass è di colore verde e blu! Vi invitiamo a guardare la fotografia per giudicare con i vostri occhi.

L'equipaggiamento è naturalmente al top e include il navigatore satellitare di tipo "bird view", il sistema di intrattenimento multimediale con lettore DVD e un impianto hi fi della Bose.

Autore: Alessandro Lago

Tag: Tuning , Nissan


Top