dalla Home

Mercato

pubblicato il 28 ottobre 2011

Saab è diventata cinese

Cedute tutte le azioni a Pang Da e Youngman per 100 milioni di euro

Saab è diventata cinese

I cinesi hanno comprato Saab. E' il secondo grande marchio automobilistico europeo a diventare di proprietà cinese dopo Volvo, che - ironia della sorte - è anch'esso scandinavo. Dopo le lunghe trattative e le difficoltà economiche, la Swedish Automobile ha annunciato oggi di aver siglato un accordo con Pang Da e Youngman per la cessione di Saab Automobile AB (Saab) e Saab Great Britain (Saab GB). Tutte le azioni verranno cedute, al 100%, a fronte di un corrispettivo di 100 milioni di euro.

L'accordo finale tra le parti, si legge nella nota, porterà ad un contratto definitivo tra Swan, Pang Da e Youngman, che prevederà alcune condizioni inclusa l'approvazione da parte delle autorità preposte, degli azionisti di Swan e di alcune altre parti. "Swan ha deciso di accettare la transazione a fronte dell'impegno di Pang Da e Youngman di fornire finanziamenti a lungo termine che garantiscano lo sviluppo futuro di Saab". Il protocollo d'intesa è valido fino al 15 Novembre 2011 a patto che Saab continui la riorganizzazione. Pertanto Guy Lofalk, amministratore in pectore di Saab nominato dalla Corte Distrettuale, ha ritirato la sua richiesta di fermare la procedura di riorganizzazione.

Autore:

Tag: Mercato , Saab , auto europee , cina


Top