dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 28 ottobre 2011

Auto blu, l'AIRP sollecita l'uso di pneumatici ricostruiti

Segnalati impieghi in percentuale inferiori ai suggerimenti di legge

Auto blu, l'AIRP sollecita l'uso di pneumatici ricostruiti

In questi giorni in cui si sente tanto parlare del "decreto sviluppo" presentato dall'Italia a Bruxelles, si torna ad affrontare il discusso tema delle auto blu e del contenimento della spesa pubblica. Non si tratta solo di ridurre le flotte, ma anche di renderne meno costoso il mantenimento. Per questo l'Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici ha pensato di riaccendere i riflettori su una norma che potrebbe dare un contributo all'economia di gestione delle flotte pubbliche, ma che viene - come si legge nella nota - "disattesa da molti enti tenuti ad applicarla". La norma riguarda l'impiego di pneumatici ricostruiti da parte dello Stato, delle Regioni, degli enti locali, dei gestori di servizi pubblici e di servizi di pubblica utilità, pubblici e privati, che sono tenuti a riservare ai pneumatici ricostruiti almeno il 20% dei loro acquisti di pneumatici di ricambio.

LA LEGGE FINANZIARIA 2002
La prescrizione è contenuta nella legge Finanziaria per il 2002 ed è stata dettata essenzialmente per finalità di tutela ambientale, ma oggi ha anche un'importante valenza per il risanamento dei conti pubblici. L'Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici, dopo aver ricordato che la ricostruzione consente di allungare la vita di un pneumatico senza comprometterne in alcun modo le doti (prestazioni e sicurezza), ribadisce che sarebbe "opportuno che le amministrazioni pubbliche osservassero scrupolosamente la legge per quanto riguarda l'impiego dei pneumatici ricostruiti".

LA RISOLUZIONE DEL 2009
La Camera dei Deputati ha persino approvato nel 2009 (e all'unanimità) una risoluzione in cui il Governo si impegnava a far rispettare l'obbligo di legge di cui si è detto e ad aumentare al 50% la quota riservata ai pneumatici ricostruiti negli acquisti di pneumatici di ricambio delle flotte delle amministrazioni pubbliche e dei gestori pubblici e privati di servizi pubblici o di pubblica utilità. Da allora però non è ancora stato adottato alcun provvedimento, dice l'AIRP. "Sarebbe opportuno che si provvedesse al più presto - recita la nota -. Lo impongono le ragioni dell'ambiente ma, data la situazione economica del Paese e quella del bilancio dello Stato, lo impongono anche le ragioni dell'economia".

Autore:

Tag: Attualità , pneumatici , auto blu


Top