dalla Home

Mercato

pubblicato il 19 ottobre 2011

Il Gruppo Fiat conferma gli obiettivi 2012

Marchionne alla presentazione della Lancia Thema: "So che il futuro è buono"

Il Gruppo Fiat conferma gli obiettivi 2012

E' sempre ottimista Sergio Marchionne. Anche oggi, durante la presentazione alla stampa della nuova Lancia Thema e della Lancia Voyager, test su strada in cui è impegnata anche la redazione di OmniAuto.it (alcune foto le abbiamo anticipate su Facebook), l'amministratore delegato del Gruppo Fiat ha confermato i target 2012. Come già detto al Salone di Francoforte, non si prevedono cambi di rotta. Nonostante il prossimo anno sarà ancora difficile per l'economia e per il settore auto in particolare, "il futuro è buono - dice Marchionne -. Anche nel 2011 saremo in linea con le aspettative". Ma sulla fusione tra Fiat e Chrysler, un obiettivo che era stato fissato entro l'anno, rimane vago e "su come e quando non ci sono indicazioni".

A chi gli ha chiesto di commentare l'uscita di Fiat da Confindustria a partire dal 2012, mentre John Elkann ha già lasciato l'incarico di vicepresidente, ha risposto che questa non è da interpretare come un abbandono dell'Italia. Il Gruppo torinese rimane saldo nel suo Paese, ma guarda con sospetto allo sciopero organizzato dalla Fiom per il 21 ottobre. Contestare la politica aziendale non è una mossa che favorisce gli investimenti in Italia, secondo l'ad. E cosa dire dell'altra notizia che tra ieri e oggi sta rimbalzando su tutti i giornali: il taglio del rating Fiat di Fitch? "Non ha impatto sui rendimenti - ha risposto Marchionne -, il mercato ha una sua visione del profilo di rischio di questi asset. Stiamo cercando un modo di gestire questa situazione, per questo siamo così attivi nella raccolta di capitale. Abbiamo raccolto molti fondi negli ultimi 12-18 mesi".

Autore:

Tag: Mercato , auto italiane , torino


Top