dalla Home

Eventi

pubblicato il 17 ottobre 2011

Un weekend da "Dusteristi"

Due giorni sull’Etna con il "Club Dacia On the Road" fra fuoristrada e vulcanologia

Un weekend da "Dusteristi"
Galleria fotografica - Il Club Dacia On the Road sull'Etna Galleria fotografica - Il Club Dacia On the Road sull'Etna
  • Il Club Dacia On the Road sull\'Etna  - anteprima 1
  • Il Club Dacia On the Road sull\'Etna  - anteprima 2
  • Il Club Dacia On the Road sull\'Etna  - anteprima 3
  • Il Club Dacia On the Road sull\'Etna  - anteprima 4
  • Il Club Dacia On the Road sull\'Etna  - anteprima 5
  • Il Club Dacia On the Road sull\'Etna  - anteprima 6

Un weekend sull'Etna, con hotel pensione completa e guida turistica inclusa per due persone a soli 50 euro... Detta così sembra la promozione di pacchetto vacanze last minute, ma è l'offerta che Renault ha fatto ai clienti possessori di un Dacia Duster purché iscritti al Club Dacia On the Road". Sì, perché anche il marchio franco-rumeno, a dispetto del posizionamento low cost e della giovane età commerciale, gode di un invidiabile numero di estimatori che si sono organizzati in fan club, prima spontanei e oggi ufficiali. Si fanno già chiamare "Dacisti", sono orgogliosi della loro auto e amano viaggiare, purché in compagnia. E noi ci siamo aggregati alla loro comitiva, trascorrendo un insolito fine settimana in Sicilia...

VULCANOLOGIA, GASTRONOMIA E FUORISTRADA
Il programma della tappa etnea, la quinta sulle sei del calendario di quest'anno, è stato piuttosto intenso, ma soprattutto vario. Del resto, come ci ricorda Franco Gionco, avventuriero per passione e traghettatore ufficiale del Club Dacia per tutte le attività, "se si desidera vedere il mondo non bisogna stare mai fermi". E allora i "Dusteristi" si sono ritrovati in poche ore catapultati fra le prime nevi dell'Etna a quota 2.950 metri, sopra il tetto di un rifugio seppellito dalle eruzioni di qualche anno fa, ma anche in "aula" per una rapida lezione di storia sul vulcano più importante d'Europa. E poi hanno guidato, rigorosamente in fuoristrada, su carrarecce normalmente chiuse al traffico più o meno impegnative a seconda della trazione del proprio Duster (anteriore o integrale), o addirittura attraverso i boschi di Linguaglossa guidati dalla forestale alla scoperta degli scorci più spettacolari della zona. Un programma intenso intervallato da graditissime pause mangerecce in trattoria. Anche perché parliamo di cucina siciliana.

UN REGALO, A NUMERO CHIUSO
"Non mi aspettavo un trattamento così, oggi non ti regala più niente nessuno!". Le parole di Maria, che con il marito ha raggiunto la Sicilia da Firenze a bordo di un Duster 1.5 dCi 110 CV ("4x2, ma full optional" ci tengono a precisare), sintetizzano la sorpresa provata da tutti e 10 i "Dusteristi" coinvolti nel raduno. E bisogna chiarire subito che dietro l'iniziativa c'è lo zampino della Casa madre, Renault. I partecipanti devono pagare giusto i costi assicurativi. Vitto e alloggio, peraltro in alberghi di livello e ristoranti tipici, sono offerti dalla Dacia che ha messo in piedi l'iniziativa per promuovere l'immagine del marchio fra i clienti. Gli addetti ai lavori la chiamano "brand experience" e non v'è dubbio, leggendo i volti dei presenti, che il brand in questo caso sia stato apprezzatissimo. Per partecipare bisogna iscriversi al sito del club (Dacia on the Road, ma ovviamente c'è il numero chiuso e bisogna sperare di essere sorteggiati.

CHI SONO I DUSTERISTI
Il bello dei raduni è la loro natura sociale. Si tratta di eventi in grado di aggregare persone che in comune hanno solo l'auto. A maggior ragione nel caso del Club Dacia per via della casualità che ha fatto incontrare i "dusteristi", non necessariamente appassionati di quattro ruote, ma uniti dalla sola scelta di acquisto di un veicolo che fa di praticità e value for money il suo valore aggiunto. Ed è interessante conoscerli perché capisci che il cliente del "low cost" può essere chiunque: una famiglia che con l'auto percorre tanti chilometri e vuole un 4x4 che costa meno di 20 mila euro ("non abbiamo trovato altro al di fuori del Duster a questa cifra, però l'abbiamo super accessoriato" ci han detto); coppie giovani che cercano un'auto in grado di "reggere" all'imminente crescita della famiglia; persone a cui occorre un'auto come mero strumento per gli spostamenti quotidiani e che con i soldi risparmiati si sono comprati una roadster per divertirsi il fine settimana. I partecipanti al raduno etneo erano tutti siciliani ad eccezione della coppia di viaggiatori fiorentini. Ma le altre tappe, ci dicono gli organizzatori, hanno attirato "Dusteristi" provenienti da tutt'Italia e scatenato le invidie di chi possiede una Dacia "non Duster". Ecco perché alla Renault sta pensando di estendere le iniziative del "Club Dacia On the road" ai possessori di altri modelli: "stiamo già lavorando al 2012 con l'obiettivo di far contenti gli altri clienti Dacia", ci ha detto Luciano Ciabatti, Direttore Marketing del Casa francese. Nel frattempo il prossimo raduno del club è già stato fissato per novembre e porterà oltre dieci "Dusteristi" a Cervinia. Inutile dire che i posti sono già tutti esauriti.

Scheda Versione

Dacia Duster
Nome
Duster
Anno
2010 - F.C.
Tipo
Lowcost
Segmento
compatte
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Eventi , Dacia , viaggiare


Top