dalla Home

Attualità

pubblicato il 17 ottobre 2011

Marchionne:"Più facile ridare credibilità ad Alfa negli USA che in Europa"

Entro l'anno nominerà il nuovo brand manager

Marchionne:"Più facile ridare credibilità ad Alfa negli USA che in Europa"

In Europa l'immagine di Alfa Romeo è stata erosa da anni di qualità mediocre, motori superati e modelli datati. Lo leggiamo su Automotive News e non si tratta di un editoriale, ma del pensiero dell'amministratore delegato del Gruppo Fiat Sergio Marchionne. Il numero uno del Lingotto in persona ha riassunto in questi termini l'attuale fama del marchio del Biscione nel Vecchio Continente sostenendo che per tale sedimento nella cultura automobilistica europea sarà più facile ristabilirne la credibilità in Nord America che nel nostro mercato.

Nonostante manchi dal 1995, Alfa Romeo sembra aver lasciato un ottimo ricordo negli Stati Uniti. "Abbiamo condotto test sulla desiderabilità del marchio in U.S. e nonostante la nostra lunga assenza dal mercato continuiamo a essere considerati uno dei migliori marchi del mondo e dunque credo che dobbiamo pensare a cogliere questa occasione", ha detto in un'intervista a Torino, anticipando che nominerà il nuovo responsabile del brand per il Nord America entro dicembre. A fare da apripista all'intera gamma, lo ricordiamo, sarà la nuova Giulia, che arriverà nel 2013 e non nel 2012 come stabilito inizialmente. Per buona pace dei concessionari americani che si sono già lamentati per il ritardo... all'italiana.

Autore:

Tag: Attualità , auto europee , torino


Top