dalla Home

Attualità

pubblicato il 17 ottobre 2011

John Elkann si è dimesso da vicepresidente di Confindustria

Bombassei: "Confindustria ha bisogno di rinnovarsi"

John Elkann si è dimesso da vicepresidente di Confindustria

John Elkann si è dimesso dall'incarico di vicepresidente di Confindustria, dove era responsabile del Comitato per lo sviluppo nei grandi Paesi emergenti. La notizia sta rimbalzando sui principali organi di stampa nazionale, ma risale a circa dieci giorni fa, addirittura a prima che Sergio Marchionne scrivesse ad Emma Marcegaglia per annunciarle che dal primo gennaio 2012 Fiat S.p.A. e Fiat Industrial non faranno più parte della Confederazione Generale dell'Industria Italiana. Secondo Alberto Bombassei, vicepresidente per le Relazioni industriali, affari sociali e previdenza di Confindustria e presidente di Brembo S.p.A., la decisione di John Elkann è "coerente con la scelta di Fiat", sebbene la anticipi di tre mesi.

Inizialmente infatti pare che il giovane Elkann volesse aspettare gennaio per andarsene, ma per "stima e rispetto", come si legge nel messaggio da lui indirizzato ad Emma Marcegaglia, ha optato per "un gesto di ulteriore chiarezza". "Sono certo che entrambi continueremo a lavorare con passione e determinazione per assicurare le migliori prospettive di sviluppo all'industria italiana", ha aggiunto. E intanto in Confindustria ci si prepara al cambiamento. Presto Marcegaglia dovrà cedere la presidenza ad uno dei candidati in lizza, tra cui Bombassei, e proprio il presidente di Brembo S.p.A. ha detto commentando l'annuncio di Elkann: "Dobbiamo fare un po' di autocritica. Confindustria ha bisogno di rinnovarsi sulla scia di quanto fatto da Montezemolo e Marcegaglia, ma dobbiamo farlo in maniera più decisa".

Autore:

Tag: Attualità , lavoro


Top