dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 ottobre 2011

Dealer, le prospettive di crescita sono online

La visibilità offerta dalla pubblicità in rete è tutta da esplorare

Dealer, le prospettive di crescita sono online

Gli italiani sono sempre più connessi ad Internet. Basta televisione, il tempo trascorso davanti al piccolo schermo è calato nell'ultimo anno del 17%. E' meglio navigare nella rete (+7%), anche tramite smartphone, come stanno facendo 16 milioni di persone, e frequentare i social network. La fotografia l'ha scattata Google Italia e la dice lunga su come si sta evolvendo la società, in che direzione vanno i consumi (il 43% di chi ha acquistato un'auto nuova e il 42% di chi ne ha comprata una usata ha scelto Internet come primo strumento di ricerca) e quali sono le prospettive di crescita per le aziende in termini pubblicitari. Sebbene gli investimenti delle concessionarie su Internet siano ancora contenuti, le opportunità di business per i dealers sono tutte da esplorare.

Come è emerso nel corso dell'International Top Dealer Forum di Verona a cura di Quintegia e dallo studio di Google Italia, i dealer però sottovalutano Internet. I top 50 concessionari italiani investono in media su web e nuovi media 50 mila euro l'anno. Pochissimo, se si considera che i 700 mila euro mediamente destinati al totale di pubblicità e comunicazione rappresentano appena lo 0,37% del fatturato, cifra questa comunque insufficiente per una efficace attività di marketing. Allo stato attuale la maggioranza delle aziende non programma una vera e propria web strategy per la loro presenza in rete, e solo in rari casi le concessionarie hanno provveduto ad attivare servizi online, come caparra con carta di credito per il diritto di prelazione o sviluppo di applicazioni per I-Phone e I-Pad. Eppure quella digitale sembra essere ormai una strada obbligata per il settore e chi prima e meglio la saprà sfruttare, più vantaggio accumulerà rispetto alla concorrenza.

Autore:

Tag: Mercato , guida all'acquisto , lavoro


Top