dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 10 ottobre 2011

8hours, contro i "viaggi tortura" degli animali

Una mucca può viaggiare per 28 ore. E non arrivare viva a destinazione

8hours, contro i "viaggi tortura" degli animali

Animali malnutriti, feriti, ammassati su camion prima di arrivare a una destinazione lontana spesso migliaia di chilometri, un allevamento o un macello. E' quanto sta denunciando l'associazione animalista Animal's Angels con la campagna 8hours: obiettivo, un milione di firme entro il 4 novembre per chiedere al Parlamento Europeo che il trasporto su strada degli animali non deve durare più di 8 ore. L'attuale legislazione prevede infatti che i viaggi per alcune specie possano durare oltre quattro volte di più, ma le conseguenze spesso sono disastrose. Molti animali non ce la fanno ed arrivano a destinazione feriti, azzoppati o, spesso purtroppo, morti.

UN SUINO VIAGGIA PER 24 ORE DI FILA
Certo, i trasportatori già oggi sono tenuti a rispettare alcune regole stabilite dalla Comunità Europea nel 2005 per il trasporto di carichi di mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci: non possono viaggiare animali malati, troppo giovani o in gravidanza avanzata e i mezzi di trasporto debbono essere idonei. Ve ne sono di due tipi: veicoli adibiti a trasporto inferiore alle 8 ore, che però possono salire a 12 ore su tratte nazionali, e veicoli omologati per percorrenze superiori alle 8 ore, provvisti di mangiatoie, abbeveratoi e sistema di ventilazione. Nel secondo caso la durata massima per animali non svezzati può essere addirittura di 18 ore con un pausa di un'ora dopo 9 di viaggio. Ma gli animali adulti possono viaggiare per un tempo molto superiore: bovini, ovini e caprini per 28 ore con una pausa di un'ora per alimentazione e abbeveraggio dopo 14 ore di viaggio; gli equini per 24 ore con una sosta ogni 8 ore per l'abbeveraggio; pollame, uccelli e conigli domestici per 12 ore di fila. E qualora la destinazione sia vicina, il periodo di viaggio può essere prolungato di 2 ore.

8 ORE DI VIAGGIO E 6 ORE DI RIPOSO
Gli eurodeputati che sostengono 8hours ci sono già - gli italiani sono Andrea Zanoni, Cristiana Muscardini, David Sassoli, Francesco Speroni, Giancarlo Scottà, Gianni Pittella, Gianni Vattimo, Guido Milana, Niccolò Rinaldi, Oreste Rossi e Sonia Alfano -, così come uno studio scientifico che possa fare da base di partenza ad una nuova legge più umana. Nel 2002 è stata infatti la stessa attraverso il Comitato Scientifico per la Salute e il Benessere degli animali con il rapporto "The Welfare of Animals during Transport" a stabilire che 8 ore e 6 ore di riposo sarebbero la giusta misura.

Autore:

Tag: Attualità , mobilità sostenibile , unione europea


Top