dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 ottobre 2011

GKN si prende Getrag Driveline

Così l'azienda britannica punta a rafforzarsi nei sistemi 4x4

GKN si prende Getrag Driveline

La britannica GKN acquista il ramo driveline di Getrag per 280 milioni di sterline (324 milioni di euro) e diventa così uno dei leader mondiali dei sistemi di trazione integrale. L'acquisizione è stata finalizzata qualche giorno fa e porterà all'interno del già ricco portafoglio dell'azienda inglese altri clienti e altre tecnologie che ne aumenteranno le competenze e la capacità di offrire nuovi prodotti intercettando la grande domanda di 4x4. Le stime infatti della GKN parlano di un aumento del mercato dei veicoli dotati di trazione integrale del 30% nei prossimi 3 anni. L'integrazione di Getrag all'interno di GKN Driveline creerà le condizioni per una migliore copertura del mercato. L'azienda inglese infatti è particolarmente forte in Asia, mentre la tedesca ha la maggior parte dei propri clienti in Europa e Nord America con fatturato che nel 2010 ha raggiunto i 380 milioni di sterline (440 milioni di euro).

Nell'acquisizione diventeranno GKN gli stabilimenti Getrag di Köping (Svezia), Colonia (Germania), Sterling Heights e Newton negli USA per un totale di 1.500 addetti. In questo modo GKN pensa di potenziare questo ramo del suo business e di fare un assett sempre più importante tanto che nel 2016 riguarderà il 30% del proprio fatturato. Nel 2010 quest'ultimo si è attestato a 5,4 miliardi di sterline (oltre 6,2 miliardi di euro). Oltre alle tecnologie tradizionali del 4x4, si punta anche a quelle nuove. Tra le auto provviste di sistemi GKN ci sono la Nissan GT-R così come la Dacia Duster e la Panda 4x4, ma anche la Peugeot 3008 HYbrid4 il cui gruppo trasmissione posteriore è prodotto in Italia, a Brunico, e sarà un componente fondamentale delle ibride del gruppo PSA Peugeot Citroen nei prossimi anni. In questo modo GKN risponde a BorgWarner che alla fine del 2010 ha assorbito al proprio interno lo specialista svedese del 4x4 Haldex. Getrag invece si concentrerà su altri business dove è più forte, primo fra tutti quello dei cambi meccanici e a doppia frizione.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , produzione


Top