dalla Home

Curiosità

pubblicato il 6 ottobre 2011

Nissan Leaf, un taxi a Città del Mexico

Ne circoleranno 100 per promuovere la mobilità a zero emissioni

Nissan Leaf, un taxi a Città del Mexico
Galleria fotografica - Nissan LeafGalleria fotografica - Nissan Leaf
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 1
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 2
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 3
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 4
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 5
  • Nissan Leaf - TEST - anteprima 6

Nissan Leaf si ritaglia il suo spazio anche in Messico dove sarà impiegata come taxi nell'ambito del programma "Taxis Cero Emisiones" (Taxi a Zero Emissioni) a seguito del protocollo d'intesa firmato lo scorso novembre del 2010, nell'ambito del Summit Mondiale dei Sindaci sul Clima. Le prime tre vetture delle 100 previste sono arrivate da poco a Città del Mexico dove ad accoglierle c'erano il segretario per l'ambiente di Città del Messico, Martha Delgado Peralta; Alejandra Moreno Toscano, importante autorità dell'Historical Center di Città del Messico; Jaime Arceo Castro, Coordinatore del Governo per l'utilizzo efficiente dell'energia; Armando Quintero, segretario per i trasporti e le autostrade; e Gabriella Hernández, Presidente della General Electric México.

Oltre alla fornitura di auto l'accordo con il governo di Città del Messico include tutte le infrastrutture necessarie per la ricarica. La consegna delle prime tre Leaf segna infatti anche l'apertura della prima stazione di ricarica a Città del Messico, fornita dalla General Eletric e situata nel centro storico della città. Considerando invece il contributo alla lotta contro lo smog, che è un argomento molto sentito a Città del Messico, dove c'è una delle più alte densità di auto al mondo, è stato stimato che circa cinque tonnellate di CO2 al giorno non saranno più rilasciate nell'atmosfera.

Autore:

Tag: Curiosità , Nissan , auto elettrica


Top