dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 ottobre 2011

Confindustria risponde a Marchionne

Gli industriali non condividono l'uscita di Fiat "anche sotto il profilo tecnico-giuridico"

Confindustria risponde a Marchionne

"Confindustria è un'associazione volontaria di liberi imprenditori. Prendiamo atto delle decisioni della Fiat pur non condividendone le ragioni, anche sotto il profilo tecnico-giuridico". Si apre così la nota con la quale il Comitato di presidenza dell'associazione degli industriali ha risposto all'ufficializzazione dell'uscita di Fiat annunciata da Sergio Marchionne tramite una lettera inviata ad Emma Marcegaglia.

Gli industriali rispondono a Marchionne, che nella sua lettera aveva messo in discussione l'efficacia dell'applicazione dell'articolo 8, sostenendo che "Nella stessa lettera dell'amministratore delegato della Fiat si riconosce che il quadro normativo in tema di relazioni industriali - che peraltro era già stato fortemente innovato con l'accordo del 2009 - è sensibilmente migliorato per effetto dell'accordo interconfederale del 28 giugno e dell'articolo 8 della manovra di agosto" ed aggiungono che la Confindustria "ha sempre agito e continuerà ad agire a sostegno della competitività di tutti i suoi associati, piccoli, medi e grandi, senza mai rinunciare ad inserire la propria azione in una visione dell'interesse generale del Paese".

Autore:

Tag: Attualità , Fiat , produzione , lavoro


Top