dalla Home

Mercato

pubblicato il 29 settembre 2011

Magna prepara le Chery per l’Europa

La società austro-canadese costruirà 3 modelli per il nuovo marchio Qoros

Magna prepara le Chery per l’Europa

Magna Steyr starebbe sviluppando per la Chery Quantum Auto - joint venture paritaria tra Chery e Israel Corp per 1,5 miliardi di euro con sede a Wuhu, in Cina - tre vetture compatte prodotte nello stabilimento di Changsu, da vendere in Cina e potenzialmente pronte per entrare nel mercato europeo con il nuovo marchio Qoros. Lo ha riportato qualche giorno fa il quotidiano economico Financial Times Deutschland, tirando in ballo i suddetti attori, sicuramente di primo piano nel mondo della finanza e dell'automotive.

GIGANTI DIETRO LE QUINTE
Magna Steyr è infatti un gigante austro-canadese specializzato in componenti per auto, oltre che nella progettazione, nell'industrializzazione e anche nella produzione di prodotti completi. Attualmente la Magna si occupa di produrre a Graz, nelle regione austriaca della Stiria, modelli come la Mini Countryman, la Peugeot RCZ e la Mercedes Classe G e fino a qualche tempo si occupava della Aston Martin Rapide e persino della BMW X3, poi trasferita negli USA. Magna inoltre, per fare qualche esempio, fornisce il tetto per la Fiat 500C e il sistema a 4 ruote sterzanti utilizzato da BMW, Renault e Nissan sulle Infiniti. Quanto invece a Chery, è uno dei più grossi produttori di auto cinesi, tirato in ballo negli anni scorsi per accordi di produzione sia con Fiat sia con Chrysler quando ancora erano separati. La Israel Corp è invece la più grande holding israeliana, una tra le prime cinque quotate alla borsa di Tel Aviv, impegnata in molteplici attività e tra l'altro detentrice del 30% di /magazine/9523/better-place-100mila-elettriche-in-israele-e-danimarcaBetter Place, la società capitanata dal magnate californiano Shai Agassi impegnata nella diffusione dell'auto elettrica e nello sviluppo di un sistema di cambio veloce delle batterie con Renault e che ha firmato a sua volta un accordo con Chery per implementare un sistema analogo sulla sua gamma di veicoli elettrici.

TRE PER... 15.000 EURO
La produzione delle tre nuove auto del marchio Qoros dovrebbe iniziare già dal 2012 presso lo stabilimento di Changsu, non lontano da Shanghai, al ritmo di 150mila unità all'anno con la possibilità di incrementare i volumi a 500mila. I prodotti sarebbero venduti in Cina e in Europa. Potrebbe sembrare un time-to-market molto veloce, in realtà la Chery Quantum Auto è stata stabilita a febbraio nel 2008, dopo l'approvazione da parte del governo cinese nel dicembre 2007, con la previsione di sfornare auto già dal 2011 e questo conferma quanto difficile sia attuare un piano industriale congiunto con i cinesi. Alla fine però, grazie anche alla collaborazione tecnica della Magna Steyr, sembra che il progetto sia stato definito secondo standard degni del mercato europeo e potrebbe esserci un annuncio congiunto al riguardo nel prossimo mese di novembre. I tre modelli - secondo quanto riportato dal Financial Times Deutschland - dovrebbero avere un prezzo di listino compreso tra 94.800 e 129.000 yuan ovvero tra poco meno di 11.000 e 14.900 euro.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , auto cinesi , dall'estero


Top