dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 24 settembre 2011

ACEA definisce gli standard per le elettriche

Costruttori europei per l'adozione della "Type 2/Type 2 Combo"

ACEA definisce gli standard per le elettriche

Dopo aver raggiunto l'unanimità lo scorso anno sugli aspetti legislativi relativi alla standardizzazione del processo di ricarica delle auto elettriche, i costruttori riuniti nell'ACEA hanno messo a punto un documento con una serie di raccomandazioni per tutti i soggetti coinvolti (istituzioni, costruttori, provider) che servirà da base di partenza per la definizione di prese e connettori comuni e dei protocolli di comunicazione fra vetture e reti. L'ACEA raccomanda l'adozione di connettori e prese di tipo Type 2/Type 2 Combo, definiti come adatti sia al processo di ricarica standard che a quelli di ricarica rapida, sia a corrente alternata che diretta.

"Chiediamo alla Commissione Europea, agli organismi di definizione degli standard e ai gestori delle infrastrutture di adottare queste raccomandazioni e di chiarire i restanti punti. L'armonizzazione assicura prevedibilità agli investitori e ai gestori delle rete elettriche, ed ai consumatori massima sicurezza e facilità d'uso", ha detto il segretario generale di ACEA Ivan Hodac. Non appena verranno ufficializzati gli standard, i costruttori inizieranno a integrare i componenti comuni nelle loro vetture, si prevede a partire dal 2017. Per l'ACEA la quota di mercato delle vetture elettriche potrebbe salire dal 3 al 10% nel periodo 2020-2025.

Autore:

Tag: Attualità , mobilità sostenibile , auto elettrica , unione europea


Top